Internet e le donne, un rapporto complesso

Internet parla sempre più femminile anche se ancora non si può parlare di fenomeno di massa: sono infatti meno del 35% le donne che utilizzano regolarmente Internet per le proprie attività.

In gran parte si collegano alla Rete per interessi personali anche se l’uso per fini lavorativi sembra destinato a crescere.

A puntare i riflettori sul rapporto donne-Internet è una ricerca condotta dall’Associazione Donneuropee-Federcasalinghe, Esperya.com e Feltrinelli.it, che hanno confrontato i dati Istat e Nielsen con quelli contenuti all’interno del proprio database.

Nel 2007 ha utilizzato in maniera regolare Internet il 31,7% delle donne, mentre gli uomini per il 42,3%; nel 2006 la percentuale delle donne si fermava al 29%, mentre quelle degli uomini al 39,5%.

Le donne non sono grandi frequentatrici della Rete anche se, stando alla ricerca, per l’85% delle navigatrici l’accesso alla Rete è legato alla vita sociale: mandare e ricevere email (72,6%), ricerca di informazioni (58,9%), apprendimento (53,2%), ricerca di viaggi (43,3%), leggere giornali (39,3%).

A collegarsi alla Rete sono soprattutto donne tra i 18 e 20 anni (73,3%); seguono le 15-17enni (72,2%), le 20-24enni (69,8%) e le 25-34enni (53,6%).

Per quanto riguarda l’attività professionale, utilizza abitualmente Internet il 40,3% delle donne lavoratrici, il 18,6% delle studentesse, l’8% delle casalinghe.