0 Shares 6 Views
00:00:00
13 Dec

Internet incentiva la lettura

LaRedazione
15 maggio 2009
6 Views

Dal 1998 al 2008 sono aumentati i lettori tra i 6 e i 19 anni, e sembra che tale aumento sia dovuto soprattutto alla diffusione di Internet.

Tempo fa Umberto Eco aveva affermato che la passione dei ragazzi per i  computer e per la scrittura sul web stava portando ad un maggiore interesse per la lettura. Alcune recenti indagini gli danno ragione.

Secondo i dati emersi dall’indagine NielsenBookScan presentati al convegno Bambini e ragazzi della Fiera del libro di Torino, nel 1998 i  giovani lettori erano il 52,1% mentre nel 2008 si è passati ad un ammirevole 56,6%.

I ricercatori hanno dichiarato che le letture non scolastiche vengono soltanto dopo il cinema, il pc e la radio e prima di Internet, dei concerti, delle discoteche e degli spettacoli sportivi.

Fino a 19 anni, è il 56,6% dei ragazzi a leggere, soprattutto se si considerano i bambini tra i 6 e i 10 anni che, più che ascoltare la radio e navigare in rete, preferiscono leggere un libro non scolastico. Ad usare internet è il 53,3% dei giovani italiani, mentre soltanto il 23,1% va ai concerti.

Sembra che uno dei motori di tale rialzo sia stato Harry Potter. L’uscita della saga avrebbe spinto bambini e genitori d immergersi in altre letture facendo in modo che il mercato dei libri per ragazzi non sprofondasse nella crisi in atto.

Insomma, è probabile che nei prossimi anni verrà fuori una generazione di letterati impegnati.

Vi consigliamo anche