Internet sulla linea elettrica in arrivo negli Usa

Di questa possibilità si parla da anni ma pare che Ibm abbia firmato un accordo con International Broadband Electric Communications (Ibec) per portare le connessioni Internet attraverso gli impianti elettrici nelle zone rurali di sette Stati Usa: Alabama, Indiana, Maryland, Pennsylvania, Texas, Virginia e Wisconsin.

"La nuova tecnologia Bpl (Broadband over power lines) sfrutta il campo magnetico che circonda i cavi", spiega Ray Blair, responsabile del settore Reti Avanzate di Ibm. "Questo campo verrà utilizzato per veicolare il segnale in radiofrequenza, segnale che sarà a sua volta amplificato dai ripetitori installati lungo la Rete. L’utente che richiederà il servizio broadband dovrà collegare uno speciale modem alla presa utilizzata per l’alimentazione del Pc da cui ci si connette all’Internet".

In base all’accordo IBM metterà a disposizione servizi di project management, supervisione e training del personale di linea che sarà incaricato dell’installazione degli apparati BPL; Ibec invece erogherà i servizi di connettività ai clienti, fornendo anche la tecnologia e le attrezzature BPL.

Il servizio, che inizialmente costerà 25,95 dollari al mese, servirà 340.000 abitazioni non raggiunte da connessioni Dsl.