0 Shares 9 Views
00:00:00
13 Dec

L’e-commerce in Italia vale lo 0,68% del mercato

20 marzo 2009
9 Views

Il fatturato stimato per l’e-commerce nel 2008 in Europa è pari a 252 miliardi di euro mentre nello stesso periodo in Italia sono stati fatturati 6,4 miliardi di euro pari al 2,5% del mercato europeo.

Sono i dati di Expedia e Casaleggio Associati che hanno presentato la ricerca E-commerce in Italia 2009: un’opportunità nella crisi, che analizza il mercato delle vendite on line nel nostro Paese confrontandolo con quello europeo.

I settori principali sono il turismo, che rappresenta circa metà del mercato (49,8%), il tempo libero (15,9%) e l’elettronica di consumo (13,1%).

La crisi non sembra toccare l’e-commerce, che continua a crescere a un tasso del 31% annuo con gli operatori più solidi nel mercato che hanno registrato crescite consistenti per il 2008 e prevedono di continuare a crescere anche nel 2009. Per questo motivo molti produttori, come Prada, Louis Vuitton, Diesel, Nokia, Feltrinelli e De Cecco, hanno deciso di vendere direttamente on line negli ultimi anni.

Nei mercati più maturi come Gran Bretagna e Germania, l’e-commerce è parte fondamentale della vendita al dettaglio tanto che a livello mondiale l’Europa ha superato gli Stati Uniti in termini di fatturato nel 2007 ma oggi l’area a cui guardare con attenzione e che registra la maggiore crescita è l’Asia.

In Italia, l’e-commerce rappresenta lo 0,68% della vendite al cliente finale, in crescita rispetto al 2007 quando valeva lo 0,49%, un fenomeno in parte anche dovuto ad una riduzione del commercio al dettaglio (-0,6%).

Vi consigliamo anche