0 Shares 12 Views
00:00:00
17 Dec

Legge anti-pirateria, la Francia dice sì

La Redazione - 14 maggio 2009
La Redazione
14 maggio 2009
12 Views

Alla fine la Francia ha deciso: stop alla pirateria informatica e al peer to peer, in qualunque forma si manifesti.

E’ stata infatti approvata la cosidetta legge Hadopi, il provvedimento considerato il più restrittivo approvato in tutto il mondo che ha ottenuto il definitivo via libera dal Senato francese con una schiacciante maggioranza (189 sì, contro 14 contrari).

La legge francese prevede la disconnessione dal servizio Internet per tutti coloro che vengono scoperti a scaricare illegalmente materiale coperto da copyright.

Ma la questione che più fa discutere è il fatto che ad emettere le sanzioni sarà un’agenzia di Stato, la Hadopi (Haute Autorité pour la Diffusion des Œuvres et la Protection des Droits sur Internet), chiamata anche ad individuare i colpevoli ai quali sarà inviato un primo avvertimento tramite mail, seguito da un terzo tramite lettera personale fino ad arrivare alla sospensione di Internet per almeno un anno.

In Francia, l’opposizione socialista ha già annunciato il ricorso alla Corte Costituzionale anche perchè la legge entra in conflitto con un emendamento recentemente approvato dal Parlamento europeo nel quale si stabilisce che la connessione a Internet è un diritto che può essere revocato solo attraverso un provvedimento della magistratura.

Immediata la presa di posizione dell’Ue che con Viviane Reding fa sapere che "ci sono probabilmente dei problemi con l’Hadopi riguardo al diritto nazionale, ma sta alla giustizia francese decidere. Non ho alcuna indicazione da dare in riferimento a violazioni del diritto comunitario europeo e non vedo nulla di legale nell’emendamento 138 per modificare questa situazione".

Ricordiamo che l’emendamento 138 sancisce il diritto fondamentale degli internauti alla non restrizione "senza decisione delle autorità giudiziarie" ed è stato reintrodotto dai deputati europei al momento della seconda lettura del progetto di riforma delle telecomunicazioni.

Plauso arriva dal mondo del cinema riunito a Cannes ma ci si chiede: Sarkozy sa che per scaricare materiale non è più necessario utilizzare Internet in maniera tradizionale? Che, per esempio, ci si può scambiare materiale via WiFi e, a breve, anche via WiFi e che dunque si può bypassare Internet?

Che farà Sarkozy in questi casi: farà chiudere gli access point? 

Qui il testo integrale della legge.

Loading...

Vi consigliamo anche