0 Shares 16 Views
00:00:00
13 Dec

Net Neutrality: petizione online contro Internet a due velocità

Michela Fiori
17 gennaio 2014
16 Views

Una sentenza storica della Corte d’Appello del District of Columbia rischia di cambiare il futuro della Rete. La Corte ha infatti accolto il ricorso che Verizon, gigante delle telecomunicazioni aveva intrapreso contro Netflix. Secondo il tribunale sono illegittime le regole sulla cosiddetta neutralità della Rete a cui Netflix faceva riferimento nella diatriba con Verizon.

La decisione boccia la regola imposta dalla Federal Communications Commission (l’authority del settore) e sostenuta dal presidente Obama che impediva di avere due regimi tariffari differenti a seconda della velocità della connessione Internet. L’Open Internet Order, così si chiamava la regola appena delegittimata, impediva ai providers di discriminare o favorire alcune tipologie di traffico rispetto ad altre. Il regolamento era stato reso attivo dal 2010 proprio per evitare che i fornitori di connessione a banda larga discriminassero o bloccassero alcune tipologie di dati online per motivi esclusivamente economici o comunque, di profitto.

In seguito a tale sentenza il prossimo futuro potrebbe vedere una Rete a due velocità in cui gli operatori possono decidere di fornire servizi differenti in base a quanto i clienti sono disposti a pagare per averli.

Si arriverebbe in sostanza a un modello di Internet simile al sistema della Tv via cavo in cui ci sono contenuti divisi in pacchetti e venduti singolarmente in diversi tipi di abbonamento.

Inutile dire che la decisione della Corte d’appello del District of Columbia ha scatenato le proteste degli utenti che in una petizione chiedono di ripristinare la Net Neutrality e non asservire un bene prezioso come la Rete agli interessi economici di alcuni grandi operatori come Verizon.

[foto: scambioetico]

Vi consigliamo anche