0 Shares 35 Views
00:00:00
18 Dec

Olimpiadi invernali 2014: il doodle pro gay di Google

LaRedazione - 7 febbraio 2014
LaRedazione
7 febbraio 2014
35 Views
sochi 2014 doodle gay

Un doodle di Google contro le leggi anti-gay in Russia. E’ quanto ci propone oggi il colosso statunitense del web in occasione delle Olimpiadi invernali 2014 di Sochi.

Google si schiera contro l’omofobia. Nel doodle dedicato a Sochi 2014, oltre ad una serie di immagini che raffigurano alcuni sportivi impegnati in diverse discipline invernali su uno sfondo arcobaleno, viene messa in evidenza una frase tratta dalla ‘Carta Olimpica’, che sottolinea il diritto di tutte le persone a partecipare ai giochi senza alcun tipo di discriminazione, comprese quelle inerenti ad un diverso orientamento sessuale.

Su questo argomento si erano già registrate non poche polemiche e prese di posizione nelle scorse settimane, con gli Stati Uniti che, per bocca di Barack Obama, hanno sottolineato con forza la loro scelta di far sfilare all’interno della rappresentativa nazionale atleti che hanno dichiarato la propria omosessualità come risposta alla legislazione russa anti-gay.

Obama ha parlato alla rete televisiva Nbc, ricordando che gli Stati Uniti non accetteranno mai nessun tipo di discriminazione tra gli atleti ed in generale tra le persone, compresa quella sull’orientamento sessuale. Il presidente USA ha sottolineato inoltre che la bellezza dei giochi olimpici è proprio quella di poter essere giudicato solo in base ai meriti sportivi.

Sull’argomento delle leggi anti-gay e sulla discriminazione ha fatto sentire la sua voce anche l’ONU per mezzo del suo segretario generale. Proprio per queste polemiche, molti capi di stato e di governo dei paesi occidentali non presenzieranno alla cerimonia di apertura di oggi. Oltre alle polemiche sulle leggi anti-gay, uno dei maggiori problemi per le Olimpiadi di Sochi sembra essere rappresentato da possibili atti di terrorismo e per questo sono state prese misure di sicurezza eccezionali.

Per quanto riguarda l’organizzazione dell’evento, da una prima cifra stimata di 12 miliardi di dollari, si è passati ad una cifra che ha superato i 50 miliardi di dollari, un record per quanto riguarda le manifestazioni olimpiche. Del resto si tratta della prima Olimpiade organizzata in Russia, le olimpiadi estive del 1980 si svolsero quando era ancora in piedi l’Unione Sovietica, e quindi Vladimir Putin ha voluto fare le cose al meglio.

Restiamo quindi in attesa di quanto accadrà oggi alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi invernali 2014, con la speranza che i giochi propongano gare affascinanti vissute con lo spirito del doodle proposto oggi da Google, che conferma ancora una volta la vocazione pro gay del colosso statunitense.

Loading...

Vi consigliamo anche