0 Shares 7 Views
00:00:00
12 Dec

PayPal: consigli per un acquisto sicuro sul web

Gianfranco Mingione
7 settembre 2013
7 Views

Il commercio online va bene, così come vanno bene le truffe a danno di migliaia di malcapitati. Sebbene nel 2012 gli acquisti sul web siano aumentati del 18 per cento, con una spesa di 11 miliardi di euro l’anno, e gli italiani che comprano sul web siano cresciuti del 33 per cento, sono ancora molte le persone a non effettuare alcuna transazione online, per timore di prendere una bella “fregatura” (Fonte “Osservatorio eCommerce B2c -Netcomm”, Politecnico di Milano). Ecco perché PayPal, noto sistema di pagamento online, ha deciso di puntare molto sulla sicurezza dei pagamenti avvenuti tramite la rete. Per farlo ha realizzato, grazie anche alla collaborazione della Polizia Postale e delle Comunicazioni, una guida all’e-commerce sicuro.

Un utile vademecum! La prima regola è quella di utilizzare un metodo di pagamento sicuro che non preveda la condivisione di informazioni importanti, come il numero di carta di credito. PayPal, dopo una prima registrazione gratuita al proprio portale, evita in seguito di reinserire ogni volta i propri dati. Non condividere Pin  e password: se vi vengono chiesti il Pin e la password della vostra carta, o altre credenziali di accesso al vostro conto, è meglio abbandonare il sito.

Come si riconosce un sito sicuro? Con la “s”! Un sito sicuro si riconosce dall’indirizzo della pagina, contenuto nella barra di navigazione in alto, che da “http://www…” deve diventare “https://www…” (dopo ‘http’ deve riportare una ‘s’), e dal lucchetto chiuso, che deve apparire in basso a destra oppure sulla barra di navigazione. Questi elementi stanno ad indicare che i dati non verranno criptati e condivisi.

Password sicure: PayPal consiglia di scegliere password univoche per ogni account, che contengano combinazioni di numeri, lettere maiuscole e minuscole difficilmente intuibili.

Dimmi chi sei e ti dirò se comprerò: segue poi un consiglio fondamentale ovvero quello di “validare” l’esistenza dell’azienda e del prodotto. A tal fine può essere utile fare una ricerca sul web: se il venditore opera su internet deve necessariamente avere un profilo pubblico, sia esso un sito, un blog, un giornale commerciale etc. Può essere utile contattarlo, richiedergli ulteriori informazioni sul prodotto e assicurarsi che preveda la possibilità del reso della merce. Tutto può essere utile per capire se stiamo incappando in una truffa o contrattiamo con persone oneste.

Verificare tutte le spese: è bene avere un quadro generale di tutte le spese onde evitare possibili fregature sul costo totale (prezzo, tasse, spese di spedizione, modalità di pagamento etc).

Spedizione tracciabile e assicurata: costerà un po’ di più ma vi permetterà di tracciare la merce acquistata: da dove e quando parte, il suo percorso e l’arrivo a destinazione.

Prima di navigare e comprare, è bene informarsi. La conoscenza è l’arma più potente che abbiamo tra le nostre mani.

Buon acquisto a tutti!

[foto: 9oarahan.tistory.com]

Vi consigliamo anche