0 Shares 15 Views
00:00:00
18 Dec

Cloud computing: accordo Poste Italiane e Microsoft

Michela Fiori - 28 giugno 2013
Michela Fiori
28 giugno 2013
15 Views

Poste Italiane e Microsoft lanciano un’offerta integrata di servizi di cloud computing.

L’accordo, mirato a supportare il processo di digitalizzazione del Paese, prevede servizi dedicati alla piccola e media impresa, all’amministrazione pubblica e ai singoli professionisti.

L’obiettivo finale, afferma Microsoft: “E’ assicurare il massimo supporto alla competitività dell’economia con il lancio di soluzioni tecnologicamente avanzate nel campo della comunicazione digitale”.

L’offerta, che si basa sul concetto di integrazione di servizio, mira a semplificare l’accesso al cloud computing per incrementare produttività ed efficienza nei vari step dei processi lavorativi.

Nella sostanza, l’accordo prevede l’integrazione di Office 365 con i servizi di Poste Italiane: firma digitale, Pec e Conservazione sostitutiva.

Con il servizio proposto, Poste italiane e Microsoft consentiranno ai clienti di digitalizzare l’intera documentazione cartacea, rendere virtuali le banche dati e custodirle da remoto conservando il valore legale. L’integrazione con la piattaforma Office 365 consentirà di utilizzare i servizi di collaborazione e comunicazione offerti da Microsoft Exchange Online, Microsoft Office, Microsoft Lync Online e Microsoft SharePoint Online in un unico spazio cloud accessibile in maniera indipendente dal dispositivo e dal luogo.

Il Cloud Computing – ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore delegato Microsoft Italia – si sta affermando sempre più su scala globale e quasi due terzi delle aziende stanno pianificando, implementando o utilizzando il cloud. Promuovere questo processo di innovazione anche a livello italiano è fondamentale, soprattutto perché il Cloud rappresenta una leva strategica per supportare la crescita delle Pmi e la modernizzazione del settore pubblico, due segmenti che possono fare la differenza all’interno dell’economia nazionale”.

Dal punto di vista commerciale, l’offerta sarà gestita da Poste attraverso la rete territoriale degli uffici Poste Impresa.

[foto: sysmanagement]

Michela Fiori

Loading...

Vi consigliamo anche