0 Shares 5 Views
00:00:00
13 Dec

Rivoluzione in Spagna, la protesta su Twitter e online

18 maggio 2011
5 Views

Dopo la Tunisia, l’Egitto e la Siria anche la Spagna scende in piazza per protestare e ancora una volta è la Rete ad amplificare e dare voce ad una protesta che, almeno per ora, non ha avuto il riscontro mediatico sperato.

A promuovere la protesta è stata l’associazione Democracia Real Ya che vuole porre l’attenzione sulla necessità di uno Stato in cui sia abolita la corruzione e si trovi lavoro; ad oggi la Spagna non è più considerata un Paese per giovani se si pensa che il 90% dei disoccupati, quasi il 22% della popolazione, ha un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e/o è extracomunitario.

La protesta è approdata nella piazza principale di Madrid, la Puerta del Sol, e i manifestanti hanno deciso di restare accampati fino al giorno delle prossime elezioni, il 22 maggio.

L’impresa della juventud sin futuro si può seguire su Twitter usando come hashtag #acampadasol e #spanishrevolution.

Secondo Democracia Real Ya le persone coinvolte finora sono oltre 130.000 e si sta manifestando a Madrid ma anche a Barcellona, Valencia, Saragozza, Palma de Mallorca, Siviglia e Bilbao.

Vi consigliamo anche