0 Shares 19 Views
00:00:00
15 Dec

Scompare un pezzo di storia del Web: Yahoo! spegne AltaVista

Michela Fiori
2 luglio 2013
19 Views
altavista

Il restyling di Marissa Mayer non conosce riposo e Yahoo! manda in pensione 12 prodotti tra cui lo storico motore di ricerca AltaVista. Yahoo! aveva comprato l’indice e il nome AltaVista nel 2003 quando aveva acquistato Overture.

L’antenato di Google, uno dei primi motori di ricerca del Web, chiuderà i battenti l’8 luglio del 2013.

Nato nel 2005 dall’idea della Digital Equipment Corporation (DEC) in un solo anno di attività conquistò 12 milioni di utenti mensili superando i diretti concorrenti Lycos ed Excite. In due anni il traffico passò da 300mila hit al giorno a 80 milioni. Il segreto del suo successo era un particolare algoritmo che consentiva tempi di risposta velocissimi per gli standard dell’epoca (0,7 secondi).

Dal punto di vista tecnico AltaVista vantava inoltre due innovazioni importanti: un crawler (oggi si chiamano spider) non tarato sulle pagine esistenti all’epoca ma proiettato verso l’individuazione di nuove pagine e 20 macchine multiprocessore con motore Dec Alpha a 64 bit, 130 Gb di Ram e 500 Gb di spazio su disco.

Anche se rimase il numero uno dei motori di ricerca fino al 2001, AltaVista conobbe il suo declino a partire dal 1998 quando la DEC venne acquisita da Compaq.

Le altre vittime illustri del restyling di Yahoo! sono Yahoo! Axis, Yahoo! Browser Plus, Citizen Sports, Yahoo! WebPlayer, FoxyTunes, Yahoo! RSS Alerts, Yahoo! Neighbors Beta, Yahoo! Stars India (diventerà Yahoo! India OMG!), Yahoo! Downloads Beta, Yahoo! Local API e Yahoo! Term Extraction API.

Michela Fiori

Loading...

Vi consigliamo anche