0 Shares 12 Views
00:00:00
17 Dec

Trivago: solo metà hotel in Italia con internet in camera

LaRedazione - 20 novembre 2013
LaRedazione
20 novembre 2013
12 Views

La tecnologia sta cambiando le nostre abitudini e il nostro modo di viaggiare. Approfondiamo insieme i dati emersi da una ricerca condotta dal portale web di intermediazione alberghiera Trivago.
Nato da appena otto anni Trivago ad oggi è il più importante motore di ricerca di hotel in tutto il mondo, con ben 45 milioni di utenti mensili, website che permette di trovare l’hotel ideale al miglior prezzo possibile.

Prima di entrare nell’interessante dettaglio del dato emerso dalla ricerca condotta da Trivago, non possiamo che essere tutti d’accordo sull’opportunità o meglio sulla necessità di avere la disponibilità di Internet in camera durante il nostro soggiorno in hotel, essendo oramai la connettività alla rete e al mondo “sociale” in particolare non più un optional nei servizi di hotellerie proposti dagli hotel di tutte le categorie, ma una vera e propria necessità, necessità non solo degli ospiti che viaggiano per motivi di lavoro ma soprattutto della fascia giovane che viaggia spesso in gruppo e per motivi di piacere.
Dalla ricerca condotta su diverse aree geografiche comprensive di ben 35 paesi nel mondo è emerso un dato allarmante, dato peraltro perfettamente in linea con i ritardi della filiera turistica in Italia.

Poco più della metà degli hotel italiani, per la precisione appena il 53,6%, dispone del servizio di collegamento wifi o attraverso cavo in camera. L’Italia nonostante la sua innata ed importantissima vocazione turistica e la posizione strategica al centro del Mediterraneo si posiziona tra le ultime otto posizioni, esattamente al 28° posto nella speciale classifica stilata.

Secondo il medesimo studio condotto il big player del mercato mondiale si confermano gli Stati Uniti d’America con un dato impressionante, la disponibilità di internet in camera risulta possibile nell’89% degli hotel a stelle e strisce.
Gli States sono seguiti dalla Nuova Zelanda con l’82% di disponibilità e, udite udite, al terzo posto si posizione la Romania. Il dato (78%) del paese dell’ex blocco comunista non deve però stupire più di tanto, in quanto la Romania è seguita quasi subito dalla Serbia, dalla Ucraina, Slovenia, Russia e Ungheria.

Appare un paradosso in termini ma agli ultimi posti della speciale classifica troviamo Paesi ad alta vocazione turistica: Italia, Grecia, Spagna e Portogallo, così come appare interessante il dato inerente la Germania che si posiziona solo al 31° posto.
Da oggi scegliere il vostro hotel con internet in camera sarà più semplice grazie a Trivago.

Loading...

Vi consigliamo anche