0 Shares 11 Views
00:00:00
17 Dec

Usare Facebook a lavoro: rischi per i dipendenti

dgmag - 4 maggio 2011
4 maggio 2011
11 Views

Utilizzare Facebook sul posto di lavoro è vietato, specie se si è dipendenti di un’azienda pubblica: se finora a stabilirlo era stato solo il buonsenso con tutta una serie di amministrazioni pubbliche e aziende pubbliche che avevano staccato la connessione ai loro dipendenti, presto potrebbe arrivare anche la prima sentenza di condanna.

A cinque dipendenti del Comune di Bertinoro, tra Cesena e Forlì, sono stati infatti sequestrati i computer aziendali ed è stato loro presentato un avviso di garanzia per i reati di peculato e abuso d’ufficio: la loro colpa è stata utilizzare Facebook per scopi personali durante l’orario di lavoro e usando strumenti messi a disposizione dall’amministrazione.

Se l’accusa dovesse essere confermata i cinque indagati potrebbero essere puniti con una pena fra i tre e i dieci anni di reclusione.

L’utilizzo di Facebook sul posto di lavoro potrebbe di fatto essere vietato dalle aziende e molte, specie quelle pubbliche, lo stanno facendo; le private possono regolarsi come vogliono ma se decidono di bloccare l’accesso al social network ai loro dipendenti devono dotarsi di un regolamento interno che rispetti le Linee Guida per posta elettronica e internet emanate il 1° marzo 2007 dal Garante per la Privacy.

Se il datore di lavoro sceglie di non bloccare Facebook ma il lavoratore lo utilizza durante l’orario di lavoro, questo puo’ essere accusato di assenteismo virtuale in quanto sottrae tempo al lavoro per un’attività extralavorativa.

Loading...

Vi consigliamo anche