WeWired, l’aggregatore della rivista Wired

WeWired è l’aggregatore delle conversazioni online che si snodano intorno al mondo Wired, la rivista del gruppo CondeNast che sarà in edicola dal 19 febbraio prossimo, offrendo alla comunità che si riconosce nelle pagine della rivista un punto di vista privilegiato sulle news, i dibattiti e i pareri che circolano in Rete, con la possibilità per gli utenti di interagire commentando a loro volta.

“Il dentro è fuori e il futuro passa attraverso le relazioni”:
in questa definizione dell’interattività e della socialità che caratterizzano la dimensione liquida del Web 2.0 c’è la chiave di lettura di WeWired.

WeWired si propone come “esperimento partecipativo” che creato per essere uno strumento di dialogo e condivisione tra il Direttore di Wired Italia, Riccardo Luna e il popolo della rete, è anche spazio di riflessione e backstage del progetto editoriale in divenire.

WeWired si è evoluto diventando l’interfaccia e il punto di riferimento per i gruppi di discussione su Wired sorti (spontaneamente) all’interno delle maggiori piattaforme di social network.

WeWired  assume una fisionomia e una funzione ben precise nella logica del Web 2.0, dove risorse, informazioni, idee e progetti acquistano valore nella misura in cui divengono conversazioni che circolano, si propagano e sono condivise fuori dalle realtà da cui hanno origine.

La nuova piattaforma ha anche il compito di alimentare il coinvolgimento e il rapporto di vicinanza tra la comunità online e Wired Italia; in questo senso,

WeWired terrà costantemente aggiornati gli utenti registrati sulle novità, le iniziative e gli highlights su Wired, attraverso un widget, una piccola applicazione che sarà resa disponibile anche come software scaricabile sulla scrivania del computer o da aggiungere alle funzionalità disponibili all’interno di iGoogle e Facebook.