Yahoo! in crisi, si dimette Jerry Yang

Notizia bomba per Yahoo! ma anche per chi era intenzionato a fare affari con SunnyVale: si è dimesso l’amministratore delegato Jerry Yang.

La decisione è stata annunciata dopo le critiche ricevute da parte degli azionisti per aver respinto un’acquisizione da 47,5 miliardi di dollari da parte di Microsoft nel maggio scorso.

In un comunicato diffuso dal quartier generale di Yahoo! si fa sapere che l’amministratore delegato resterà in carica fino a quando non sarà individuato un sostituto all’altezza e resterà comunque nel Cda.

E’ probabile che il suo successore sarà incaricato di provare a riaprire la trattativa con Microsoft.

Yang, che nel 1995 a 26 anni aveva fondato il portale insieme al compagno di studi a Stanford David Filo, ha dichiarato che è arrivato il momento di dare il gruppo a un nuovo leader.

"Da quando ho fondato questo gruppo e ne ho guidato la crescita in un affidabile marchio globale indispensabile per milioni di persone, ho sempre cercato di fare cio’ che era meglio per il nostro gruppo", ha dichiarato.

Yang paga chiaramente il fallimento della trattativa con Microsoft; Microsoft aveva offerto ben 47,5 miliardi di dollari (37,6 miliardi di euro) per l’acquisizione della societaà californiana ma dopo la risposta negativa di Yang e il ritiro dell’offerta, le azioni di Yahoo! erano scese al livello più basso dal 2003.

A ciò si agginga la chiusura delle trattative con Google e il gioco è fatto: Yahoo! è in crisi e, forse, solo un nuovo amministratore potrà evitarne il tracollo completo.