Yahoo! vs Microsoft, Ballmer spegne le speranze

Dopo l’uscita di scena di Jerry Yang, a Yahoo! si pensava che sarebbe stato facile chiudere il tanto faticoso accordo con Microsoft ma Redmond non ha esitato e ha subito fatto sapere di non essere interessato a Sunnyvale.

Liquidando la questione con poche parole, Steve Ballmer ha dichiarato che Microsoft non vuole investire su Yahoo! e quindi in Borsa il titolo ha iniziato a scendere nuovamente, dopo essere salito a seguito delle dimissioni del Ceo.

"Voglio essere chiaro", ha detto il CEO all’annuale assemblea degli azionisti Microsoft. "Con l’acquisizione di Yahoo! abbiamo chiuso".

Interessante notare come se Ballmer ha chiuso ogni possibilità ad un accordo relativo all’acquisizione di Yahoo! da parte di Microsoft, non è stata invece chiusa la porta ad un eventuale accordo sul search advertising; chiaramente lo scopo è affossare Google, che a sua volta aveva lasciato perdere l’accordo con Yahoo! per evitare problemi di Antitrust e similari.

Ballmer ha infatti precisato di essere "aperto" a colloqui con Yahoo! sul fronte della ricerca ma che al momento non ci sono "discussioni attive"; Ballmer ha anche spiegato che Microsoft "non è immune" dalle "attuali realtà economiche" e che sta esaminando le sue attività per poter ridurre i costi e "utilizzare le risorse in modo più efficiente".

Intanto il titolo di Yahoo! vale ora 11 dollari e questo basta per far pensare che la crisi, forse, non è più reversibile…