0 Shares 19 Views
00:00:00
14 Dec

Facebook, addio a FarmVille: Zynga licenzia e passa al mobile

Michela Fiori
5 giugno 2013
19 Views

Oggi è un giorno difficile per Zynga e per ogni dipendente di questa società. Stiamo dolorosamente dicendo addio al 18% dei nostri fratelli e sorelle di Zynga”.

Così, con alcune righe dal tono “friendly”, il Ceo di Zynga, Mark Pincus ha deciso di comunicare i tagli all’interno della propria azienda definendo i dipendenti “Fratelli e sorelle”. Un tono che, pur volendo comunicare la difficoltà umana nell’intraprendere tale scelta, sa un po’ di presa in giro, considerando il dramma delle singole persone che da un giorno all’altro si ritrovano senza un lavoro.

La decisone arriva dopo due anni di crisi continuativa che ha visto andare in declino l’impero della regina del social gaming (chi non ha mai sentito parlare di FarmVille?).

Entro l’estate, dunque, Zynga chiuderà gli uffici di New York, Dallas e Los Angeles in un processo di ristrutturazione che vedrà andare a casa 520 dipendenti e generare un risparmio complessivo che oscilla tra i 70 e gli 80 milioni di dollari.

Sul piano strategico Zynga punta a riconvertire il suo core business dai social media ai device mobile (smartphone e tablet).

Pur garantendo una buona performance nei primi tempi, Facebook non è riuscito a garantire risultati soddisfacenti dal punto di vista economico e strutturale: all’aumentare di feature e complessità dei social games si sono registrati ingorghi nella gestione del traffico online e malfunzionamenti.

Al taglio di personale si aggiunge quello delle previsioni per il secondo trimestre, dopo l’esordio in borsa del 2011 e i picchi raggiunti a marzo 2012 (15 dollari ad azione) il titolo ha iniziato irrimediabilmente a perdere slancio.

Pincus si dice però fiducioso, e preannuncia novità per il suo gioiello FarmVille declinato in versione mobile.

[foto: techdigest.tv]

Michela Fiori

Vi consigliamo anche