0 Shares 11 Views
00:00:00
13 Dec

Le peggiori password del 2013: ecco quelle da evitare

Michela Fiori
21 gennaio 2014
11 Views
password hacker

Scegliere la password giusta è di fondamentale importanza per proteggere i nostri account nei vari siti. Molto spesso però per pigrizia si scelgono password fin troppo facili da ricordare e indovinare, talmente tanto facili da risultare un ricco bottino per gli hacker che riescono a violarle senza troppa fatica e ad accedere ai nostri dati. La società SplashData specializzata in applicazioni per la gestione delle password  ha pubblicato la classifica delle password peggiori del 2013.

Al primo posto tra quelle più diffuse e ovviamente più hackerate c’è la password 123456 un vero prodigio dell’ingegno non c’è che dire, al secondo posto si posiziona l’altrettanto inimmaginabile “password” anche questa un vero prodigio della creatività umana. Al terzo posto si colloca ancora una combinazione numerica, anche questa iper violata “12345678”. Segue la password “qwerty” e la complicatissima “abc123”.

Dal sesto al venticinquesimo posto troviamo in maggioranza ancora combinazioni di numeri scontatissime, intervallate da password del tipo “iloveyou” “princess” “Photoshop” fino ad arrivare alla cripticissima “admin”: tutti esempi di una grandissima creatività.

“La nostra speranza – afferma Morgan Slain, ceo di SplashData – è che rendere pubblico quanto sia rischioso usare password deboli possa incoraggiare gli utenti a iniziare a prendere piccole precauzioni per proteggersi, ideando password migliori, e soprattutto password differenti per siti differenti”. Il rischio di utilizzare sempre la stessa password infatti è di aprire le porte agli hacker verso un’infinità di informazioni private.

La classifica di Splashdata si basa sull’analisi di alcune banche dati di password hackerate nel corso del 2013 e in particolare nel mese di novembre quando furono violati 2,9 milioni di account del sistema Adobe.

[foto: computergaming.daonews]

Vi consigliamo anche