0 Shares 18 Views
00:00:00
17 Dec

Facebook: ‘Ecco il numero, bombardatelo di sms’. Ladro restituisce bici in un’ora

LaRedazione - 23 settembre 2013
LaRedazione
23 settembre 2013
18 Views

Nell’ultimo periodo, il concetto di giustizia viene sempre più a mancare, soprattutto quando questo avviene per causa delle istituzioni: in molti casi le vittime non riescono ad ottenere la giustizia che meritano, col malfattore che riesce quindi a farla franca.

Grazie ad internet ed alla solidarietà in rete, però, un giovane è riuscito ad ottenere la sua giustizia: questa è la storia di Roy Munro, un giovane di trenta sei anni, bidello di Edimburgo che è riuscito a riavere la sua bicicletta rubata.

Roy era molto affezionato alla sua bicicletta, e dopo il furto ha fatto di tutto per scoprire che fine avesse fatto: grazie ad internet, e successivamente ai consigli della polizia, il giovane è riuscito prima a trovare la sua bicicletta, pronta ad essere venduta sul webe successivamente a dare un appuntamento al suo ladro, con la scusa di dover acquistare la bicicletta.

Roy però non ha avuto fortuna: al momento dell’incontro, il ladro ha capito quali fossero le intenzioni reali del giovane, ed è riuscito a scappare a bordo della bicicletta dello stesso Roy, che si è quindi ritrovato senza un nulla di fatto, vedendosi ancora una volta sottrarre la sua preziosa bicicletta compagna di moltissimi e lunghissimi viaggi.

Per il ladro quindi sembrava fatta, ma Roy ancora una volta non si è dato per vinto, e grazie ad un errore del malfattore è riuscito a riprendersi la sua bicicletta: Roy ha deciso di postare sulla propria pagina di Facebook il numero del venditore ladro, chiedendo ai suoi amici, ed agli amici degli amici, di tartassarlo di messaggi e chiamate e chiamarlo ladro di biciclette.

La voce dell’accaduto si è subito sparsa su Facebook, e grazie alle condivisioni, in migliaia hanno ricevuto la richiesta di aiuto di Roy: sono infatti stati moltissimi coloro che hanno contattato il ladro, sia tramite messaggi che telefonicamente insultandolo e apostrofandolo come suggerito dallo stesso Roy, ‘ladro di biciclette’.

Il ladro non ha resisto molto: le continue chiamate, gli insulti da parte di migliaia di persone ed un telefono che continua a squillare senza sosta lo hanno portato all’esasperazione, e per evitare che tutto questo continuasse, il ladro ha deciso di prendere la saggia decisione di poter uscire da questa situazione poco piacevole.
Dopo una sola ora dal messaggio che Roy ha postato su Facebook, il ladro ha deciso di portare la bicicletta fuori dall’appartamento, lasciandogli un messaggio sulla posta elettronica dove gli spiegava dove si trovasse la bici: per Roy la gioia è stata incontenibile, e il messaggio postato dopo aver avuto tra le mani la sua amata bicicletta è stato “giustizia è stata fatta“.

Per una volta quindi Facebook si è rivelato esser fondamentale, ed una vittima ha ottenuto la giustizia che merita: la solidarietà ha fatto la sua parte, e forse è arrivato il momento che Facebook venga utilizzato proprio per questi motivi, per aiutare i più deboli.

Loading...

Vi consigliamo anche