0 Shares 17 Views
00:00:00
11 Dec

Facebook: post pubblici anche per i minori

LaRedazione
18 ottobre 2013
17 Views

Facebook continua ad apportare delle grandi innovazioni all’interno del suo sistema, ed ancora una volta, riesce a sorprendere tutti con una novità: da oggi infatti, anche coloro che hanno un’eta tra i tredici ed i diciassette anni, potranno rendere pubblici i propri commenti, post e qualsiasi altra cosa decideranno condividere.

Facebook in passato cercava di tutelare gli utenti di questa fascia d’età e i più giovani magari tentavano in un qualche modo di sfuggire all’occhio vigile delle stesso social, che evitava la condivisione dei loro contenuti.

Da pochi giorni a questa parte, invece, anche i più piccoli potranno condividere tutto quello che vogliono sul web, ovviamente rispettando le norme del buon comportamento: una persona, adulta o no che si comporta male infatti verrà trattata allo stesso modo, in quanto, almeno sui social network, la legge è uguale per tutti gli utenti che decidono di iscriversi nella piattaforma.

Cosa vi è comunque di diverso rispetto all’iscrizione di una persona adulta?
In primo luogo, i minori saranno obbligati a leggere tutta la normativa relativa a Facebook: nel momento della loro iscrizione, infatti, il regolamento che i minori dovranno leggere, seppur meno tecnico e pesante da capire, è pressoché identico a quello degli adulti, e quindi, come detto prima, tutte le regole imposte per gli account degli adulti saranno pressoché identiche.

Una seconda innovazione invece riguarda la condivisione dei post: se per gli adulti l’opzione prestabilita prevede che i contenuti siano pubblici e visibili agli amici degli amici, per i minori l’opzione è diversa, in quanto, salvo cambiamenti, i post che essi condivideranno saranno visibili solo ed esclusivamente ai propri amici. Ovviamente però, quest’opzione può essere completamente cambiata: i minorenni potranno infatti cambiare il tipo di condivisione, e scegliere quella pubblica, in maniera tale che tutti possano vedere quello che i minorenni iscritti su Facebook hanno deciso di condividere.

Bisognerà vedere come poi Facebook si comporterà quando il minorenne compirà diciotto anni: il social network cambierà modo di condivisione, oppure lascerà che siano gli stessi utenti, divenuti ormai maggiorenni, a cambiare automaticamente il tipo di condivisione?
Per ora Facebook non si è espresso in merito a quest’ipotetica situazione, ma sicuramente le polemiche non mancheranno: la privacy ancora una volta viene limitata, e sicuramente gli utenti, sopratutto i genitori degli utenti minorenni, avranno da dire sulla scelta del social network.

Vi consigliamo anche