0 Shares 15 Views
00:00:00
18 Dec

Iperconnessi e social net? Attenti alla memoria a breve termine!

Gianfranco Mingione - 28 settembre 2013
Gianfranco Mingione
28 settembre 2013
15 Views

E’ l’età che avanza o i troppi social a cui sono iscritto? Quante volte ci capita di dimenticare informazioni e addebitiamo il tutto all’età che avanza o, ancor di più, ai troppi pensieri che affollano la nostra mente? Il problema, secondo uno studio dei ricercatori del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, potrebbe nascere anche dal troppo utilizzo dei social network: una sessione media social può letteralmente sovraccaricare la nostra memoria a breve termine, facendo sì che per acquisire nuove informazioni, ne perda altre importanti. In poche parole, per Erik Fransen, a capo dello studio, “gli effetti di una vita iperconnessa senza pause fisiologiche potrebbero manifestarsi anche sulle capacità mnemoniche, perché quando il cervello va in pausa in realtà è intento a processare informazioni che stanno alla base della memoria a breve e dunque va lasciato lavorare, senza sovraccaricarlo” (Fonte Corriere.it).

Iperconnessi stressati? La soluzione sta nel buon senso! Come in tutte le cose, la soluzione appare sempre semplice ma difficile da attuare. Combattere lo stress da iperconnessione, la vita troppo social net che oggi attanaglia trasversalmente diverse generazioni, si può e a suggerire come è sempre il riceratore svedese Fransen e il suo team: utilizzare con buon senso i propri profili social. La moderazione è la parola chiave e quindi sì a Facebook, Instagram, Twitter e chi più ne ha più ne metta, ma con le dovute pause fisiologiche per permettere al nostro cervello di rilassarsi. In fondo, la nostra memoria è tutta lì, sta a noi saperla preservare!

(Foto: nologonetwork.it)

 

 

Loading...

Vi consigliamo anche