0 Shares 18 Views
00:00:00
14 Dec

Nascite social: bebè finiscono su Facebook a un’ora dalla nascita

LaRedazione
2 settembre 2013
18 Views

Generalmente è lo stesso neo-papà che si precipita a postare via Facebook l’istantanea del neonato, per mostrare alla community il lieto evento.

La “tradizione” continua col postare un vero e proprio book fotografico, nei giorni successivi al parto, fino a diradarsi completamente con lo scemare dell’entusiasmo iniziale.
E così giù con scatti in varie versioni del bebè: con la mamma, con la nonna, con il completino nuovo ecc!

Questo è il trend che è stato evidenziato da un’indagine effettuata da un’azienda britannica che ha preso in considerazione un campione di oltre 2000 utenti.
E’ proprio questo studio, che riporta la media dei primi 59 minuti come quelli in cui il nascituro viene “postato” e caricato su Facebook. Nello specifico l’indagine differenzia una percentuale del 77 per cento di post su FB, ed il restante diviso fra Instagram e Flickr, altre community social di photo sharing.

Gli psicologi hanno evidenziato che, il fatto che i bebè finiscano fra i social a meno di un’ora dal parto, sottolinei un’importanza notevole dei social network sull’impatto della quotidianità e sul modo di comunicare un evento come la nascita a parenti o familiari lontani.
Il rovescio della medaglia però, è la privacy del neonato stesso, messa a rischio dall’incosapevolezza e della pseudo-fama sulla rete.

Chiaramente, alla base di tutto c’è il fatto di voler rendere partecipi tutti i parenti e amici della community del lietissimo evento e, questo non va di per sè condannato propriamente.
La nascita di un figlio è sempre un’esperienza unica e condividerla, in epoca social, è giocoforza un’azione “naturale”.
Tuttavia gli psicologi affermano che spesso la felicità e l’orgoglio di mostrare il proprio figlio appena nato, abbassano la guardia dei neo-genitori che sottovalutano così i potenziali rischi di violazioni della privacy, soprattutto in caso di foto in cui vengano mostrati visi e situazioni intime del bambino.

Anche le Star non possono fare a meno di tale pratica! Si sprecano le foto dei nascituri di starlette, soubrette e cantanti, ultimo dei quali è Michael Bublé che, addirittura ancora col camice da sala parto, posta su Facebook lo scatto del suo bebè Noah.

Vi consigliamo anche