0 Shares 18 Views
00:00:00
11 Dec

Twitter: prende il volo il titolo al primo giorno in Borsa

LaRedazione
8 novembre 2013
18 Views

Il giorno della prima assoluta a Wall Street segna un vero e proprio trionfo per Twitter: la popolare piattaforma di microblogging  -social network maggiormente utilizzati a livello mondiale- ha fatto il suo esordio in borsa nella giornata di giovedì sette novembre riuscendo a scatenare l’entusiasmo degli investitori. Basti pensare che quando in Italia erano all’incirca le ore diciannove, le azioni di Twitter hanno toccato i quarantaquattro dollari, rispetto ai ventisei della quotazione iniziale. Il che significa una valutazione maggiorata del settantasette per cento.

Dopo alcune indiscrezioni che si erano susseguite nei giorni scorsi infatti era stata fissata ad una quota addirittura superiore rispetto ai venticinque dollari ipotizzati ad inizio settimana. La situazione è ulteriormente migliorata tanto che nella giornata d’esordio la singola azione di Twitter è arrivata anche a toccare i cinquanta dollari, raggiungendo così uno strabiliante più novanta per cento di listino. Sulla base della valutazione dell’Ipo, Twitter come società raggiunge così un valore superiore ai diciotto miliardi di dollari, e rappresenta senz’altro l’esempio più lampante di come le nuove frontiere di internet e delle piattaforme social possano rappresentare un’enorme possibilità di investimento nel mercato azionario.

D’altronde i numeri di Twitter sono obiettivamente impressionanti: si parla di duecentoquindici milioni di utenti attivi ogni mese, e circa cento milioni ogni singolo giorno. Ormai il microblogging, con la sua formula da messaggi da centoquaranta caratteri, è diventato un veicolo di informazioni in grado spesso di battere sul tempo anche le più attrezzate e famose agenzie di stampa, poiché le notizie e le dichiarazioni arrivano direttamente dalla fonte. Questo, senza considerare poi l’importanza rappresentata da Twitter in molti frangenti come veicolo pubblicitario. L’azienda poi col tempo si è notevolmente ingrandita, puntando con decisione su un aumento del personale, e sul mantenimento degli standard di qualità e funzionamento che l’hanno portata ad essere una stella di prima grandezza nel panorama delle principali piattaforme social.

Oltre trecento miliardi di tweet sono stati pubblicati da quando la piattaforma è online, ed il trionfo all’esordio a Wall Street può rappresentare sicuramente un passo concreto verso una nuova espansione. Nella giornata di venerdì alcuni analisti si aspettano un calo fisiologico del titolo, ma non tutti sono pronti a scommettere che la ‘bolla’ azionaria di Twitter abbia già finito di gonfiarsi. L’attenzione sul titolo resterà alta dal momento che alla prima assoluta a Wall Street la piattaforma di microblogging guadagna circa il settantasette per cento.

Vi consigliamo anche