0 Shares 18 Views
00:00:00
18 Dec

Twitter sceglie il Nyse invece del Nasdaq per la quotazione in borsa

LaRedazione - 16 ottobre 2013
LaRedazione
16 ottobre 2013
18 Views

Dopo mesi e mesi di speculazioni, finalmente anche Twitter decide di quotarsi in borsa, ma c’è una piccola novità: il social network, infatti, non sceglie Nasdaq, ma il Nyse, tradendo in un certo modo le aspettative di coloro che hanno seguito la vicenda. Ovviamente, come era immaginabile, Twitter non entrerà subito in borsa, come magari ci si potrebbe aspettare: il costo delle azioni verrà stabilito tra circa un mese, una volta che tutte le operazioni per la quotazione totale verranno portate al termine, ed il prezzo delle azioni verrà effettivamente stabilito.

Anche Facebook, così come tutti i vari colossi del web, ha deciso di entrare in borsa, scegliendo però Nasdaq.
Ma come mai Twitter ha deciso di compiere un’azione completamente differente rispetto a tutti gli altri?
Le motivazioni possono essere diverse, ma sicuramente la prima riguarda il caso di Facebook: il social network infatti non ha fatto bella figura in borsa, e sopratutto anche Nasdaq non ha fatto una figura decente, visto che gli ordini delle azioni si accumularono e vennero lasciate per tanto tempo in sospeso.

Un secondo motivo potrebbe essere quello che consiste proprio nella possibilità di potersi differenziare: a Twitter è sempre piaciuto rendersi unico nel suo genere, e probabilmente anche una quotazione in borsa differente rappresenterebbe l’originalità completa del social network, che giorno dopo giorno, grazie alle varie news, riesce a stupire completamente i suoi seguaci.

Dal momento in cui Twitter ha deciso di quotarsi in borsa comunque, i suoi ricavi sono aumentati tantissimo: i ricavi degli ultimi mesi sono pari a 170 milioni di dollari circa, cifra che sicuramente non farà altro che piacere al social network, che anche in termini di guadagno non si lascia intimidire da nessuno.
Anche gli utenti sono leggermente aumentati: i sono infatti circa 230 i milioni di utenti che sono risultati essere attivi nel corso degli ultimi tre mesi, e questo numero pare possa continuare a salire per diverso tempo.

Twitter però non vede solo i dati crescere purtroppo: pare infatti che le perdite siano cresciute arrivando a quota sessantotto milioni di euro in tre mesi. Bisognerà quindi vedere se la quotazione ed entrata in borsa permetterà al social network di limitare le sue perdite.

 

Loading...

Vi consigliamo anche