0 Shares 12 Views
00:00:00
11 Dec

Twitter trends: #RoyalBaby batte #PapaFrancesco

LaRedazione
24 luglio 2013
12 Views

Essere più popolari del Papa è il sogno proibito e impossibile di numerosi VIP. Riuscirci addirittura nelle prime ore di vita, è un’impresa più che sensazionale compiuta, sicuramente suo malgrado, dall’attesissimo primogenito del Principe William e della consorte Kate Middleton.
Dopo giorni e, per alcuni, settimane di trepidante attesa, è nato il figlio della coppia reale. Twitter, attuale metro della popolarità di una notizia, è stato letteralmente invaso da milioni di utenti che hanno voluto dire la loro, esprimendosi nel consolidato formato telegrafico da 140 caratteri.

Il primo pargolo di sangue reale, nato nell’epoca di Twitter e Facebook, non ha avuto bisogno di maghi e suggestivi incantesimi, per presentarsi ai suoi sudditi. Solo in Italia, i Tweet relativi al Royal Baby sono stati 18mila, nella giornata di lunedì 22. Papa Francesco, bloccato nella folla di fedeli a Rio de Janeiro, nella sua prima visita in Sud America da Pontefice, si è fermato a circa 8mila riferimenti.
La portata planetaria della nascita del Royal Baby, è testimoniata soprattutto dagli oltre 25mila messaggi al minuto che portavano i classici hashtag #royalbaby, #itsABoy, #wellcometotheworld, #kate.

Certo, non tutti hanno voluto esprimere entusiasmo e felicità, per l’arrivo del neonato di sangue reale. Infatti, sono molti i Tweet sarcastici, riferiti all’eccessiva mediaticità che si è creata attorno all’evento. Si sono moltiplicati anche i famigerati profili “fake” della Regina Elisabetta II, attraverso i quali gli utenti di Twitter si immedesimano nella sovrana, fingendo dichiarazioni talvolta esilaranti.
Il fenomeno delle ultime ore, conferma ancora una volta che William e Kate sono delle incredibili calamite di notorietà. C’è da scommettere che il livello di notizie che rimbalzano in rete come neuroni impazziti, crescerà ancora nelle prossime ore, visto che c’è ancora in ballo l’imminente scelta del nome da dare al Royal Baby.

Mentre tutta Londra si veste a festa e le botteghe di souvenir fanno affari d’oro, con la vendita di oggetti commemorativi della nascita, il resto del mondo esprime la propria opinione attraverso i Social Network. Non è passato molto tempo, da quando ci si radunava in cento attorno ad una radio, per ascoltare la diretta dello sbarco sulla luna, ma quei momenti sembrano distanti mille anni.
C’è da scommettere che a Papa Francesco piacerebbe un salto in quel passato, ma questa è l’era di Twitter e Facebook. Anche il Pontefice, quindi, dovrà rassegnarsi a scegliere meglio il timing per i suoi inconvenienti di viaggio, se vorrà garantirsi il massimo di visibilità. Intanto, la Regina Elisabetta, in uno dei suoi profili finti, ma forse non tanto distanti dalla realtà, twitta in romanesco: “Finalmente è nato. Mo’ posso annà in vacanza”.

Vi consigliamo anche