0 Shares 12 Views
00:00:00
16 Dec

YouTube lancia i nuovi commenti che integrano Google+

LaRedazione - 7 novembre 2013
LaRedazione
7 novembre 2013
12 Views

Da oggi i commenti su YouTube saranno integrati a quelli rilasciati su Google+. Sul proprio profilo è già disponibile un messaggio in grado di spiegare brevemente il nuovo funzionamento e, qualora non doveste leggere nulla di tutto ciò, sappiate che questa feature dovrebbe impiegare un po’ prima di poter essere utilizzabile da tutti i milioni di utenti.

In seguito all’acquisto di YouTube da parte del colosso di Mountain View, c’era da aspettarsi una compenetrazione sempre più totale tra i due mondi, e così, come già anticipato in parte in precedenza, la sezione commenti postati al di sotto di un qualsiasi video mostrerà, qualora siano presenti, tutti i commenti inerenti delle proprie varie cerchie su Google+.

Tutto ciò non comporterà grandi cambiamenti per chi è già presente, anche soltanto per merito di una mail Gmail, sul social network di Google. Questi infatti semplicemente saranno incoraggiati a interagire maggiormente con il social. Si tratta invece di un vero e proprio cambiamento per i fedelissimi di Facebook, che da Google+ si sono sempre tenuti un po’ a distanza, anche perché questo non ha mai avuto una vera e propria esplosione sociale, come avvenuto con il prodotto di Zuckerberg o per Twitter ad esempio. Se si è privi di un contatto su Google+ dunque occorrerà crearlo, andando sul sito o, come detto, attraverso Gmail, pena l’impossibilità di commentare ciò che si desidera sul tubo.

La lista di commenti sarà pubblicata in maniera differente, dando la precedenza a quelli provenienti dalle proprie cerchie. Inoltre sarà possibile ordinarli come si preferisce, scegliendo tra due alternative interessanti, ovvero per data o per popolarità, ovvero per pollici, tanto per intenderci.

Sono in tanti a criticare questa modifica radicale, dal momento che il popolo del web vorrebbe essere libero di scegliere su quale social network interagire. La verità però è che Google non obbliga a sfruttare l’account creato. Questo infatti può anche essere lasciato andare alla deriva insieme agli altri migliaia già presenti, ma comunque in tanti vivono questa condizione come una costrizione mal digeribile.

Una critica invece più concreta riguarda il sistema di risposta, ancora alquanto confusionario. L’aggiunta delle cerchie infatti ha creato un po’ di problemi, rendendo molto difficile comprendere chi di preciso abbia risposto. Il cambiamento avvenuto però è decisamente recente e di certo Google dovrà operare delle migliorie. Occorre dunque dar tempo al tempo per vedere i commenti su YouTube integrati con quelli di Google+ e non essere subito pronti a sentenziare aspramente.

 

Loading...

Vi consigliamo anche