0 Shares 24 Views
00:00:00
17 Dec

Usa: boom per la pubblicità mobile

Michela Fiori - 10 ottobre 2013
Michela Fiori
10 ottobre 2013
24 Views

La diffusione capillare dei dispositivi mobili all’interno della vita quotidiana delle persone sta progressivamente spostando l’attenzione delle grandi aziende dai classici canali editoriali come giornali e Tv agli smartphone e ai tablet. Grazie agli abbonamenti flat è possibile rimanere costantemente connessi alla rete e accedere a qualsiasi tipo di contenuto, anche pubblicitario. Uno studio Usa, condotto da Interactive Advertising Bureau (Iab), riferito al primo semestre 2013 evidenzia una crescita importante del mobile advertising che negli Stati Uniti d’ America raggiunge il 15% della pubblicità online equivalente a un fatturato di 3 miliardi di dollari. In termini percentuali si calcola che la crescita sia del 145%, un cifra esorbitante, soprattutto se considerata in rapporto allo stesso periodo dell’anno precedente quando la pubblicità online aveva incassato 1,2 miliardi di dollari.

“Il digitale – afferma Randall Rothenberg, Ceo e presidente e di Iab –  ha stabilmente migliorato la sua capacità di attrarre consumatori e catturare così il flusso di danaro proveniente dal marketing che ne consegue. La crescita esponenziale del mobile advertising è la prova che gli uomini del marketing stanno riconoscendo l’incredibile potere dei piccoli schermi. Anche il settore digital video è sulla buona strada, perché garantisce vasto pubblico e solide opportunità di costruzione di un forte brand”.

Analizzando i vari settori infatti si scopre che il comparto “digital video” vale a dire l’advertising su video ha registrato un aumento del 24% equivalente a 1,3 miliardi di ricavi, in ascesa rispetto agli 1,1 miliardi dello stesso periodo 2012.

Per quanto riguarda il “search”, la crescita  risulta più contenuta: 8,7 miliardi nel primo semestre 2013 contro gli 8,1 miliardi del 2012.

È confermato invece il trend di crescita delle Internet ad revenues, che nel secondo semestre 2013 hanno raggiunto quota 10,3 miliardi di dollari contro gli 8,7 incassati nello stesso periodo del 2012.

La tendenza anche se registrata negli Usa sta progressivamente arrivando anche in Europa.

Per l’Italia i dati disponibili risalgono al 2012 quando il comparto internet advertising ha registrato una crescita dell’ 11,5% equivalente a 24,3 miliardi di euro.

 

Loading...

Vi consigliamo anche