0 Shares 15 Views
00:00:00
12 Dec

‘Birth to death’: 3 minuti e 150 film per raccontare la vita di un essere umano

LaRedazione
8 agosto 2013
15 Views

Non poteva chiamarsi in altra maniera l’ultimo toccante video della Movieclips: Birth to death. Sono bastati 3 minuti e le immagini di 150 film per raccontare la vita di un essere umano, per l’appunto, dalla nascita alla morte. Con “Birt to death” si è tentato, con discreto successo, di rappresentare l’intera esistenza di un essere umano. Va detto subito inoltre che la breve durata di questo insolito trailer non deve affatto far pensare ad una scarsa qualità del prodotto. Anzi. Quello compiuto in così pochi secondi è un vero e proprio capolavoro di montaggio video. Oltre infatti a comporre un mosaico molto familiare agli occhi di chi guarda,in quanto comprende i più importanti aspetti della vita di un essere umano, dalla gioia al dolore, dalla nascita alla morte, questo video non lascia insoddisfatti i fanatici della cinematografia.

Quanti cinefili avranno infatti, alla vista di tale video, impegnato se stessi nello sforzo di riconoscere quanti più film possibili? E quanti di questi, a prescindere del parere che possano avere su Birt of death, avranno onestamente riconosciuto l’indiscutibile bellezza di alcune pellicole utilizzate per questo originale puzzle di nemmeno 200 secondi? Levatura e importanza di film come Pulp Fiction, 2001: Odissea nello spazio, Modern times, E.T. o Forrest Gump che hanno contribuito, alla pari dei restanti 145 film, a creare questo magnifico corto, sono sicuramente un dato di fatto. Ma i meno pratici nell’individuare, utilizzando solo immagini di pochi secondi, il titolo di un film, magari pure notevolmente datato, possono stare sereni. Alla fine del video vengono infatti elencati tutti i film che hanno prestato qualche secondo della propria pellicola per compiere tale progetto.

Il mosaico ideato dalla Movieclips parte, come detto dalla nascita. Dopo aver percorso l’età adolescenziale ed essere arrivato all’età adulta avendo conosciuto gioie e dolori della vita, l’essere umano arriva all’amore e alla nascita di ciò che milioni di persone sognano: una propria famiglia. Con pochi ma significativi secondi di scene di film si arriva infine, come avviene in ogni corsa, al traguardo, che in questo caso si sostanzia nella morte. Dopo aver visto questo video, che viene accompagnato dalla solenne voce fuori campo di Orson Welles che recita una poesia, c’è da scommettere che non solo ai più sensibili sarà scappata una lacrima. Per questo è pacifico pensare che Birth to Death in soli 3 minuti sia riuscito a raccontare al meglio , grazie a 150 film, la vita di un essere umano.

Vi consigliamo anche