0 Shares 26 Views
00:00:00
14 Dec

‘Nove mesi di gravidanza in 2 minuti’. Il video spopola sul web

LaRedazione
23 luglio 2013
26 Views

Il video ripercorre tutto il periodo di gravidanza, ovvero quel percorso obbligato che ogni donna si trova a compiere prima di mettere al mondo un bambino. Per farlo, gli autori hanno scelto una tecnologia denominata slow motion. Di cosa si tratta? Lo slow motion non è nient’altro che un effetto cinematografico in cui un movimento o più movimenti, se non l’intera sequenza, è riprodotto a una velocità più lenta del reale. Si può trattare anche di video in cui vengono montate in rapida successione foto. Questa tecnologia viene utilizzata, solitamente, per raccontare o descrivere eventi che occupano un elevato tasso di tempo e che vanno quindi riassunti per esigenze cinematografiche o per realizzare un qualsiasi video.

Come si può quindi raccontare nove mesi di gravidanza in due minuti? Presto detto: è possibile proprio grazie alla tecnica dello slow motion. E’ proprio questo il caso del video che racconta la gravidanza di una donna attraverso una successione di fotografie. In pratica nel video viene mostrata questa ragazza, la protagonista del video, durante tutto il periodo dei nove mesi di gravidanza. Nel video vedrete dunque la donna col pancione prima piccolo che mano mano diventa sempre più grande. Il finale è ovviamente scontato e la gravidanza, e di conseguenza il video, si conclude con le immagini di una bellissima bambina, nata dopo il periodo di gravidanza.

Tutto questo, che nella realtà dura ben nove mesi, così come voluto da Madre Natura, nel video realizzato con la tecnica dello slow motion dura appena due minuti. Magia del web e del cinema, oltre che il fascino di una nuova nascita. Per questo il video dei nove mesi di gravidanza in 2 minuti spopola sul web, collezionando nuove visualizzazioni ogni minuto.

La tecnica dello slow motion è solitamente usata, come detto, quando si intendono raccontare eventi che si sviluppano in molto tempo o anche per raccontare le varie fasi di un evento che richiede molto tempo per concludersi o essere ultimato. Ma non è questo l’unico motivo per usare questa nota tecnica cinematografica. Lo slow motion si può utilizzare anche per video che vedono come protagonisti pupazzi ed oggetti inanimati. Questa tecnologia, infatti, permette di dar vita o far sembrare reali, ogni tipo di oggetto inanimato. Nel caso in questione, invece, può riassumere nove mesi di gravidanza in 2 minuti.

Vi consigliamo anche