0 Shares 22 Views
00:00:00
17 Dec

Si licenzia ballando. Il video spopola sul web

LaRedazione - 30 settembre 2013
LaRedazione
30 settembre 2013
22 Views

Tempo addietro, quando un lavoratore decideva di licenziarsi, non faceva altro che recarsi dal suo datore di lavoro e consegnargli la lettera di dimissioni: procedendo in questo modo, il lavoratore interrompeva il suo rapporto col datore di lavoro, abbandonando l’azienda della quale faceva parte.

I tempi sono cambiati comunque, ed i metodi di licenziamento si sono evoluti, con l’invio di mail o di fax indirizzati al datore di lavoro: una giovane di nome Marina Shifrin, pochi giorni fa, ha deciso di mostrare al mondo intero un nuovo modo per licenziarsi, col video che sta ottenendo milioni e milioni di visualizzazioni.

Ma chi è questa giovane ragazza sconosciuta a tutti fino poco tempo fa, e cosa si è inventata per potersi licenziare?
La giovane ragazza americana era una lavoratrice della Next Media Animation, una compagnia situata in Taiwan che, come suggerisce il nome, opera nel settore del web, ed in particolare, nella creazione di video nuovi ed originali, in particolare nella realizzazione di video in 3D animati che ricostruiscono le notizie più importanti del web: si tratta quindi di una mansione abbastanza semplice, o così sembrava a Marina.

La ragazza infatti, dopo due anni di lavoro presso l’azienda ha spiegato sul web che era stanca di dover soddisfare le esigenze del suo datore di lavoro: l’uomo infatti non pretendeva video di altissima qualità, ma preferiva video che magari ottenessero un numero elevatissimo di click, cosa che, a detta della stessa Marina, andava contro la politica aziendale, che mette la qualità dei video prima della quantità di click.

Marina ha anche spiegato che per lavorare per l’azienda Next Media ha dovuto rinunciare a ben due anni della sua vita: secondo quanto sostenuto sul web infatti, Marina era costretta a stare diciassette ore di fronte allo schermo del computer, in maniera tale che le notizie più importanti e curiose potessero essere scovate e trasformate in dei video animati da postare sul web.

Pertanto, dovendo stare tutto il giorno al computer, la giovane ha dovuto rinunciare alle sue amicizie ed alla sua vita privata: in moltissime occasioni Marina è stata costretta a dover stare a casa, ed inoltre, i vari mal di testa e lo stress che derivavano dallo stare troppo a computer sono diventati impossibili da sopportare.
Marina ha quindi deciso di licenziarsi, utilizzando però un metodo divertente che prende in giro l’azienda: la giovane ha creato un video che la vede protagonista, e che la vede ballare per tutto l’ufficio in completa libertà, cosa possibile anche perché la ragazza, nei momenti in cui ha deciso di effettuare le riprese, si ritrovava sola in ufficio.

Ma non solo: il video è accompagnato da tutta la storia della ragazza, con una scritta bianca che permette comunque agli utenti di vedere la giovane che balla in ufficio ed a casa sua mentre sta per recarsi a lavoro.

Il video ha ottenuto un grandissimo successo, vista anche la storia dello sfruttamento che per ben due anni Marina ha dovuto sopportare: col video, che ha ricevuto oltre 300mila visualizzazioni, la ragazza ha mostrato al suo ex ormai datore di lavoro, come un video di qualità riesca ad ottenere un numero elevato di visualizzazioni, rimarcando quindi l’importanza della qualità dei video che devono essere prodotti.

 

Loading...

Vi consigliamo anche