YouTube deve cancellare i video della Warner

Warner Music lascia YouTube e decide che, a fronte di un’entrata economica di poco conto, è meglio cambiare strategia.

Così a breve, a meno che le due parti non riusciranno a trovare un accordo vantaggioso, i video degli artisti della Warner Music saranno cancellati da YouTube e non ci sarà possibilità, se non illegalmente, di condividerli sul portale di video sharing di Google.

Una perdita importante per YouTube che, nonostante la grande mole di accordi stretti in questi mesi, non riesce a trovare il modello di business in grado di generare guadagni e si scontra costantemente con le pulsioni del mercato.

"Semplicemente non possiamo accettare delle condizioni che non permettono di compensare in maniera appropriata e equa gli artisti, gli autori, le etichette e gli editori per il valore che infondono nella piattaforma", hanno fatto sapere dalla Warner.

Immediata, e rassegnata, la replica di YouTube: "nonostante il nostro costante impegno non è sempre possibile mantenere questi accordi innovativi. A volte, se non riusciamo a raggiungere condizioni accettabili, dobbiamo dividerci dai partner con cui abbiamo ottenuto dei successi".

Chi vuole vedere i video di artisti Warner, dunque, o dovrà ricorrere a degli espedienti oppure dovranno utilizzare i canali ufficiali della Warner, MySpace su tutti.

Non si sa se la strategia della warner è solo un modo per mettere YouTube alle strette costringendo Google a sborsare più soldi per singolo video visualizzato o se davvero il business legato alla piattaforma di video sharing non abbia più quegli effetti benefici sul business tradizionale di cui si parlava tempo fa.

Certo è che, se anche altre etichette seguiranno l’esempio della Warner, per YouTube le gatte da pelare saranno sempre di più, le entrate sempre di meno e la credibilità sempre minore.