YouTube filtra i contenuti per il copyright

Tra qualche mese YouTube, il sito di video sharing più popolare e redditizio del momento, insieme a Time Warner e Disney sperimenterà una tecnologia in grado di identificare i video coperti da copyright e quelli liberi.

I video fingerprinting tools, strumenti d’impronta digitale per i video, aiuteranno ad identificare alcune caratteristiche dei video inseriti in Youtube per verificare la loro regolarità o meno.

Disponibili per i primi test entro un mese, i tools consentiranno alle società di scegliere se lasciare il materiale coperto da copyright in YouTube oppure rimuoverlo; nel caso in cui decidessero di lasciare i contenuti online si ripartiranno i proventi derivanti dalla vendita di inserzioni pubblicitarie da collocare accanto ai video in questione.

La tecnologia potrebbe essere usata per bloccare il caricamento di materiale protetto dal copyright e per evitare a YouTube di attirarsi nuovamente critiche per violazione dei diritti d’autore; MTV Networks ha recentemente chiesto a Google e YouTube danni per 1 miliardo di dollari, chiedendo la rimozione di clip di programmi come Colbert Report e Daily Show.

“La tecnologia è stata elaborata avendo in mente Disney e Time Warner”, ha detto Chris Maxcy, direttore dello sviluppo di YouTube, secondo cui “dall’inizio di quest’anno Google sta ugualmente testando delle impronte digitali audio insieme alle compagnie discografiche”.