0 Shares 19 Views
00:00:00
16 Dec

WhatsApp sotto attacco hacker durante la notte!

LaRedazione - 9 ottobre 2013
LaRedazione
9 ottobre 2013
19 Views
WhatsApp sotto attacco hacker durante la notte!

I sistemi di messaggistica istantanea sono senz’altro un metodo di comunicazione ormai di enorme diffusione. Tra di essi, WhatsApp è ormai uno di quelli maggiormente utilizzati sia su smartphone Apple che Android, ma nella notte molti utenti sono incappati in difficoltà di utilizzo piuttosto importanti, a causa di un attacco hacker che ha messo a dura prova il sistema.

D’altronde la ormai capillare diffusione di internet e degli smartphone ha reso gli SMS un sistema quasi obsoleto per scambiarsi messaggi di testo, e piattaforme come WhatsApp sono ormai ogni giorno il veicolo di milioni e milioni di messaggi scambiati da un dispositivo all’altro. Quando il sistema va in tilt dunque i disagi possono essere notevolissimi, come è accaduto nella notte tra martedì e mercoledì, quando oltre a WhatsApp anche i server di Avira e AVG sono stati coinvolti da un attacco del collettivo hacker ‘KDMS team‘, schierato in maniera esplicita a favore dell’indipendenza della Palestina, e che usa la propaganda online per fini politici.

Come è accaduto esattamente questa notte, quando ad esempio sull’homepage di Avira è comparsa una scrittaFree Palestine‘ accompagnata da una grande bandiera dello stato arabo. Assieme a tutto questo, anche un comunicato di poche righe che, oltre a rivendicare l’indipendenza palestinese, sottolineando come il popolo locale abbia il diritto di vivere in pace, e lo stato di oppressione causato dai ‘sionisti’, come riportato testualmente, riferimento diretto alla politica di Israele nella regione.

Inoltre è stato anche pubblicato il messaggio in cui si avvisano le aziende colpite a stare in guardia, visto che sulla rete non esisterebbe alcun tipo di ‘sicurezza totale’, e chi vuole può violare ogni sistema in qualsiasi momento, purché sia dotato delle giuste conoscenze. Al di là dei fini propagandistici, l’azione ha causato diversi danni, con WhatsApp che è rimasto ko per tutta la notte, ed anche se il sistema di messaggistica sta gradualmente riprendendo le sue funzionalità, il sito principale dell’applicazione risultava essere ancora offline nel primo pomeriggio di mercoledì.

Sono riusciti invece a risolvere i problemi i siti principali di Avira e AVG, che sono riusciti a ripristinare pienamente le loro funzionalità. Si tratta dunque di un attacco hacker particolarmente eclatante, al di là dei danni compiuti, anche perché è riuscito a colpire una delle applicazioni maggiormente utilizzate in tutto il mondo.

Segno di come i pirati informatici abbiano sempre un asso nella manica, e di come anche i maggiori colossi informatici spesso rivelino falle che possono essere sfruttate anche in maniera piuttosto agevole dalla folta schiera dei malintenzionati della rete.

Loading...

Vi consigliamo anche