0 Shares 15 Views
00:00:00
17 Dec

Yahoo!: domani si svela il nuovo logo, e intanto si chiude in Cina

LaRedazione - 3 settembre 2013
LaRedazione
3 settembre 2013
15 Views

Ancora una volta le luci della ribalta sono puntate su Yahoo!, l’azienda appartenente al gruppo Sunnyvale, che vide la luce ben diciotto anni fa, e che a breve, grazie a un’attenta riflessione da parte dello staff marketing, ha deciso di cambiare volto, ovvero di mutare il suo logo. Responsabile di questo cambio di rotta è Marissa Mayer, a.d. della società, mentre a diffondere la news ci ha pensato Kathy Savitt, capo dell’ufficio marketing, scrivendo un comunicato sul blog ufficiale di Yahoo!. Il mese scelto è quello di settembre, da poco iniziato, e il cambio di logo seguirà in parallelo il processo d’evoluzione intrapreso dalla società.

Il cambiamento però non sarà di quelli drastici, dal momento che due elementi preponderanti del logo non andranno persi, ovvero il classico colore viola, e soprattutto il punto esclamativo finale che, stando alle parole della Mayer, sono tra quegli elementi che non passano mai di moda.

Come detto però questo è un periodo di grandi rinnovamenti per l’azienda, che ha preso un’importante decisione sul fronte orientale del proprio mercato. A seguito della chiusura del servizio di posta elettronica offerto da Yahoo! in Cina, a breve è prevista la sospensione di quelli inerenti la community ma soprattutto le news.

Al momento infatti i server cinesi dirottano i naviganti che desiderano accedere alle varie piattaforme di Yahoo! verso una pagina gestita da Alibaba, ovvero una società della quale Yahoo! è una forte azionista.

Tutto ciò che è lecito sapere a riguardo di tale delicata faccenda si riassume in uno striminzito messaggio di saluto che la compagnia ha rivolto agli utenti che navigano in Cina. Coloro che si collegheranno, tramite server cinesi, alla homepage di Yahoo! vedranno apparire sul proprio schermo un messaggio che recita pressappoco così: ‘Al momento è in corso un adeguamento delle operazioni’. Una frase dunque che vuol dire tutto e nulla allo stesso tempo. Si lascia infatti intuire che il servizio potrebbe in futuro tornare disponibile, dal momento che si parla di semplice aggiornamento. Le voci di corridoio però paiono suggerire tutt’altro. Già la sospensione del servizio mail fece scalpore, mentre questo velato addio lascia supporre che, così come Google tempo fa, anche Yahoo! abbia incontrato fin troppi impedimenti da parte del governo cinese. Al momento però tutto ciò non va oltre delle semplici supposizioni, dal momento che, forse troppo impegnati nel rinnovare azienda e logo, la società ha preferito non rilasciare alcuna dichiarazione in merito, anche se è attesa per i prossimi giorni.

Loading...

Vi consigliamo anche