0 Condivisioni 596 Leggi tutti gli articoli

Apple si appresta ad acquisire Netflix?

La Redazione - 3 gennaio 2018
La Redazione
3 gennaio 2018
596 Leggi tutti gli articoli
Apple si appresta ad acquisire Netflix

La riforma fiscale varata da Donald Trump potrebbe presto produrre risultati sui mercati, in particolare su quello televisivo. Secondo gli analisti finanziari, infatti, il combinato disposto tra il taglio di imposta e la riduzione del livello di imposizione fiscale teso a far rientrare negli Stati Uniti i profitti collezionati all’estero, potrebbe liberare risorse da reinvestire in particolare per le aziende più grandi.

Apple e Netflix presto sposi?

Secondo Asiya Merchant e Jim Suva, due dei più accreditati analisti statunitensi, attualmente in forza a Citigroup, Apple potrebbe presto ritrovarsi in mano una liquidità imponente, pari a oltre 250 miliardi di dollari. Se sino ad oggi l’azienda aveva cercato di non reinvestire negli States i profitti collezionati all’estero, proprio per non pagare più tasse, con la riforma fiscale il contesto sarebbe profondamente modificato.
Dove potrebbe indirizzarsi questa massa imponente di risorse? Secondo gli analisti di Citigroup uno degli obiettivi più plausibili di Apple potrebbe essere Netflix, il colosso mondiale dello streaming. A indirizzarli in tal senso è in particolare la constatazione che l’azienda di Cupertino ha negli ultimi anni cercato di introdursi con forza nel settore, facendo leva su iTunes. L’acquisizione di Netflix sarebbe quindi il logico epilogo di questa politica.

Quali le alternative

Se il matrimonio tra Apple e Netflix viene dato intorno al 40%, va però sottolineato come ci sono altri possibili obiettivi su cui potrebbe convergere l’azienda guidata da Tim Cook.
In particolare tra le possibili prede potrebbero esserci Disney, Electronic Arts e Tesla. Le probabilità che però Elon Musk decida di porsi sotto un altro colosso, vedendosi di conseguenza limitare drasticamente la libertà di movimento, sono comunque abbastanza ridotte.

I pareri contrari

Non mancano però i pareri contrari a quelli di Citigroup, motivati soprattutto dal fatto che nel corso degli ultimi mesi Apple abbia speso cifre molto ingenti al fine di produrre e acquisire programmi televisivi e fiction proprio al fine di poter competere con successo non solo con Netflix, ma anche con Amazon Prime Video.
Non resta quindi che vedere se realmente Apple vorrà alzare il livello di competizione del settore televisivo, oppure acquisirne player in grado di aumentare in maniera esponenziale la sua potenza di fuoco.

[Foto: www.hwupgrade.it]

Loading...

Vi consigliamo anche

Le novità di Apple tra servizi e dispositivi
Altro

Le novità di Apple tra servizi e dispositivi

Alessandro Crupi - 11 settembre 2019
Videogames del futuro sempre più umani
Altro

Videogames del futuro sempre più umani

Alessandro Crupi - 6 settembre 2019