0 Condivisioni 443 Leggi tutti gli articoli

Berlusconi: “mi auguro che il Milan resti italiano e in mani mie”

LaRedazione - 28 novembre 2016
LaRedazione
28 novembre 2016
443 Leggi tutti gli articoli
Berlusconi: "mi auguro che il Milan resti italiano e in mani mie"

L’ultima apparizione televisiva di Silvio Berlusconi ha suscitato, come sempre, entusiasmi e dibattiti. Domenica scorsa il noto Cavaliere è stato ospite nel salotto della bella Barbara D’Urso, dove ha parlato non solo di politica e del prossimo referendum costituzionale, ma di uno dei suoi grandi amori: il Milan. Ed è proprio in merito alla sua squadra del cuore che Berlusconi si è lasciato andare a una serie d’interessanti dichiarazioni.

Come ben sanno i tifosi rossoneri, nelle prossime settimane è previsto il closing da parte d’imprenditori cinesi per l’acquisto ufficiale del Milan. Una chiusura finanziaria ed economica che, però sembra ancora lontana e, nel caso dovesse slittare di un altro mese, Berlusconi potrebbe decidere di non cedere la sua squadra e di restarne Presidente e proprietario.

La trattativa con i cinesi è ancora in corso ma Berlusconi, con il suo solito modo di fare, ha dichiarato alla D’Urso che, nel caso l’operazione saltasse, lui si riterrebbe ugualmente soddisfatto. Perché se da un lato il Milan ha bisogno di capitali e grossi investimenti, il Cavaliere punta su una squadra di giovani italiani su cui costruire un club che possa, nei prossimi anni, imporsi anche in Europa.

Il 13 dicembre, però, resta la data ufficiale del closing, ma Berlusconi davanti alle telecamere ha dichiarato: “Mi auguro che il Milan resti italiano e in mani mie“, suscitando gli inevitabili consensi del pubblico in studio. Come già successo con l’Inter e la Roma, molti club italiani negli ultimi anni sono stati acquistati da grossi brand stranieri che vogliono investire capitali nel nostro Paese. Una situazione che al “patriottico” Cavaliere non entusiasma, soprattutto ora che la sua squadra è secondo in classifica.

I rossoneri allenati da Montella sono una delle rivelazioni, insieme all’Atalanta, di questo Campionato e continuando così potranno disputare un bel finale di stagione. Lo stesso allenatore ha chiesto ai suoi uomini una maggiore continuità di risultati e, la brillante vittoria contro l’Empoli, sembra confermare la buona volontà dei suoi giocatori. Ma per essere competitivi bisogna puntare sul mercato di gennaio e sui soldi che i cinesi (almeno cento milioni) hanno previsto d’investire per quel periodo. Una cifra importante che la squadra rossonera potrebbe utilizzare per l’acquisto di calciatori talentuosi.

Ma se il closing dovesse saltare del tutto chi investirà nel Milan? E’ questa la domanda che i tifosi si pongono, anche se il Cavaliere è stato chiaro su questo punto: “L’intenzione è di riportare il Milan ai livelli dei suoi anni migliori”. Insomma, che siano i cinesi o altri acquirenti, Berlusconi non lascerà mai la sua squadra nelle mani di chi non dimostrerà di avere interesse e passione nei riguardi di un club che ha fatto la storia del calcio italiano.

[Foto: UrbanPost]

Loading...

Vi consigliamo anche