0 Condivisioni 402 Leggi tutti gli articoli

Clima: entro il 2100 temperature innalzate di 7 gradi e rischio game over

Gianfranco Mingione - 15 novembre 2016
Gianfranco Mingione
15 novembre 2016
402 Leggi tutti gli articoli

Il rischio game over è dietro l’angolo. Non si spengono i riflettori sulla questione climatica e sulle pericolose conseguenze che i cambiamenti climatici stanno producendo e possono produrre nel corso di questo secolo. Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science Advances, pare che non ci sia neanche più il tempo per correre ai ripari ed evitare che, entro il 2100, ci sia un innalzamento della temperatura di ben 7 gradi rispetto all’era preindustriale.

Le previsioni dell’Onu: aumento tra i 2,6 e i 4, 8 gradi. Il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite parla invece di un aumento compreso tra i 2,6 e i 4,8 gradi centigradi entro il 2100. Secondo gli autori del nuovo studio, prodotto dalla University of Hawaii at Manoa, la University of Washington, la University of Albany e il Potsdam Institute for Climate Impact Research, l’aumento della temperatura potrebbe essere invece superiore.

Provvedimenti immediati o per il clima sarà game over:Ora il nostro pianeta si trova in una fase calda – ha spiegato Tobias Friedrich della University of Hawaii at Manoa – e questa sensibilità deve essere presa in considerazione per future proiezioni sulle temperature, innalzate a causa delle attività dell’uomo”. Una ricerca sulla quale ha espresso il suo parere anche il professore Michael Mann, della Penn State University, invitando la politica ad intervenire: “Con l’espressione ‘game over per il clima’ – ha commentato al giornale Indipendent – intendo che le temperature non riusciranno più a stabilizzarsi entro livelli considerati non pericolosi. Se Trump manterrà le sue promesse e se gli Stati Uniti non rispetteranno l’accordo di Parigi, è difficile che le temperature si mantengano sotto questi livelli”.

(Fonte: www.huffingtonpost.it)

(Foto: Il Fatto Quotidiano)

Loading...

Vi consigliamo anche