0 Condivisioni 724 Leggi tutti gli articoli

2227 settimane di lavoro. Quante servono per la pensione?

Alessandro Crupi - 4 gennaio 2019
Alessandro Crupi
4 gennaio 2019
724 Leggi tutti gli articoli
Settimane pensione

Dal primo gennaio entrano in vigore le novità sui nuovi requisiti di età e settimane lavorative per poter richiedere la pensione.

Le settimane per usufruire della pensione

L’Inps aveva anticipato le nuove news con la circolare 62/2018 relativa all’adeguamento dell’età pensionabile al terzo aggiornamento Istat delle speranze di vita. In sostanza i lavoratori dovranno posticipare di 5 mesi la loro uscita per poter avere diritto alla pensione.

E si attendono i decreti del 10-12 gennaio per definire soprattutto la questione degli esodati. In virtù di queste nuove news, quindi, dal 2019 per la pensione anticipata gli uomini ci potranno andare con 2249 settimane (43 anni e 3 mesi di contributi) di versamenti mentre le donne con 2197 (42 anni e 3 mesi di contributi).

Nessun cambiamento per le attività usuranti

Per i lavoratori precoci di cui all’articolo 1, co. 199 della legge 232/2016, invece, saranno necessarie 2154 settimane pari a 41 anni e 5 mesi di contribuzione. Infine per la pensione di vecchiaia sono richiesti 20 anni di contributi e 67 anni di età sia per gli uomini che per le donne invece dei 66 anni e 7 mesi richiesti fino ad ora.

Nessuna variazione fino al 2026, invece, dei requisiti per i lavoratori che svolgono attività usuranti con l’applicazione del sistema delle quote di cui alla Tabella B allegata alla legge n. 243/2004, per effetto della Legge di Bilancio 2017.

[Foto: www.termometropolitico.it]

Loading...

Vi consigliamo anche