0 Condivisioni 368 Leggi tutti gli articoli

Arriva l’estate e lievitano i costi delle autostrade

Alessandro Crupi - 11 giugno 2019
Alessandro Crupi
11 giugno 2019
368 Leggi tutti gli articoli
Autostrade-costi

Estate che arriva costi delle autostrade che puntualmente lievitano. Sta, infatti, per scadere il blocco delle tariffe stabilito a Capodanno secondo un accordo tra il Ministero delle Infrastrutture e i gestori.

Dal primo luglio aumentano i costi di Autostrade per l’Italia

Così, dal primo luglio giungerà il rincaro con l’aumento dei costi della rete più utilizzata dai cittadini italiani: Autostrade per l’Italia, controllata dalla famiglia Benetton.

Un aumento del pedaggio pari allo 0,8% che, a dire il vero, è quello più ridotto rispetto agli altri. L’aumento maggiore, infatti, è stato programmato sulla percorrenza delle autostrade A24 e A25, di cui è concessionaria la società Strada dei Parchi (gestita dal Gruppo Toto), che toccherà addirittura il 19%.

A meno che non intervenga direttamente il Governo per evitare l’applicazione di questi costi aggiuntivi. In merito a ciò, infatti, c’è attualmente un botta e risposta tra la stessa società e il Ministero, che dovrebbe portare all’apertura di un dialogo per evitare questo salasso.

Il confronto tra Strada dei Parchi e Governo per bloccare i costi delle autostrade

“Nove mesi fa Strada dei Parchi come segno di attenzione e sostegno al territorio abruzzese e del Lazio, decise di congelare le tariffe, il cui aumento era previsto per legge su tutte le autostrade d’Italia.

Da allora – afferma Strada dei Parchi in un comunicato – nonostante i ripetuti tentativi da parte della concessionaria, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti non è riuscito ad offrire una interlocuzione stabile per poter affrontare il tema che tanto preoccupa gli automobilisti non solo abruzzesi e laziali (fonte www.virgilio.it)”.

Pronta la risposta del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti di Danilo Toninelli: “Il canale di dialogo è sempre aperto come avvenuto peraltro in modo fruttuoso nelle ultime settimane sul dossier Gran Sasso.

Lo scopo è evitare nuove stangate dal primo luglio e trovare una intesa che sia effettivamente sostenibile per la gestione della A24-A25 (fonte www.virgilio.it)”. In tutto questo calderone il blocco tariffario dei pedaggi è anche scaduto per le tangenziali di Milano.

(Foto: www.automobilismo.it)

Loading...

Vi consigliamo anche