0 Shares 156 Views

Aumenti Pensioni 2019, le novità nell’assegno

dgmag - 4 dicembre 2018
dgmag
4 dicembre 2018
156 Views
Aumenti Pensioni 2019 nell'assegno

Le novità sull’assegno degli aumenti delle pensioni del 2019. Un tema molto scottante per l’Italia riguarda le pensioni. Si parla di aumenti da diversi anni, senza però che vi sia stata una reale modifica sull’assegno mensile. Finalmente importanti novità in merito.

Aumenti Pensioni 2019, le novità

Novità per quanto gli aumenti pensioni 2019 che si vedranno dai prossimi assegni. Per il governo formato dalla Lega e dal Movimento Cinque Stelle ci possono essere degli aumenti ma soltanto per alcune categorie di persone. Per alcuni si tratta di un importo di qualche decina di euro, mentre per altri ci sarà una somma più alta che permetterà di vivere meglio e in condizioni di dignità. Il tasso di rivalutazione delle pensioni a partire da gennaio sarà dell’1,1%. un aumento minimo dovuto soprattutto al tasso di inflazione che secondo l’Istat si è assestata su valori bassi lo scorso anno. L’incremento maggiore riguarderà solo le pensioni più basse che risultano tre volte inferiori al trattamento minimo.

La situazione “pensioni” rimane tuttavia un grosso problema in Italia. Vi sono alcune fasce di pensionati che vivono al di sotto della povertà e percependo soltanto 450 euro di pensione al mese.

Novità aumenti

La normativa che entrerà in vigore il prossimo anno prevede che quella parte della pensione che è tra i tre e i cinque volte inferiore al trattamento minimo sarà rivalutata dello 0,90%. Facendo un esempio a titolo semplificativo, coloro i quali percepiscono 1900 euro lordi, che al netto sono 1460 riceveranno un aumento di 20 euro lordi e 1 5 euro netti. Chi invece percepisce una pensione di 250 euro lordi al mese avrà un incremento dello 0,82%, cioè 16 euro netti al mese.

Occorre quindi frenare l’entusiasmo di coloro che si aspettavano degli aumenti consistenti. Purtoppo non ci sono le coperture finanziarie per poter promuovere un aumento maggiore soprattuto per le categorie più deboli. Quei 20 euro, seppur sono di aiuto, non sono sufficienti ad aumentare il tenore di vita. Si parla di circa 180 euro in più all’anno che non risolvono le problematiche di coloro che fanno fatica ad arrivare a fine mese. Tuttavia il governo promette novità in futuro. Sembra sia intenzionato ad effettuare un secondo passo successivo il prossimo anno per reperire le coperture finanziarie necessarie e portare ad un aumento più significativo.

Loading...

Vi consigliamo anche