0 Shares 327 Views

Avviso di raccomandata: i codici identificativi

dgmag - 14 settembre 2018
dgmag
14 settembre 2018
327 Views
Avviso di raccomandata i codici identificativi

Succede spesso che il postino abbia qualcosa da consegnarci un avviso di raccomandata. Tuttavia, non trovandoci in casa, lascia tutto nella cassetta della posta.
Al nostro rientro, tra lettere, avvisi, qualche cartolina o depliant, potremmo trovare un  cartoncino di colore bianco o verde. Di cosa si stratta?

Avviso di raccomandata: i codici identificativi

Il fatto di trovare un avviso di raccomandata nella propria cassetta di posta potrebbe mettere un po’ d’agitazione, visto che si tratta di un avviso di giacenza. Ciò significa che il postino ha lasciato il suddetto avviso affinché noi possiamo andare a ritirare la raccomandata entro trenta giorni. Il tutto a patto che essa non contenga un atto giudiziario (in tal caso resterebbe in giacenza per centottanta giorni).

Prima, però, di farci prendere dal panico e di pensare subito al peggio, possiamo dare un’occhiata al cartoncino. In tal modo possiamocercare di ricavare qualche informazione in anticipo sull’atto contenuto nel nostro avviso di giacenza.
Ad ogni raccomandata, infatti, corrisponde un codice numerico che può consentirci di risalire al mittente.
Dobbiamo concentrarci, in particolare, sulle prime tre cifre del codice che sono invariabili poiché identificative del genere di recapito.

Vari tipi di codice

Andiamo a vedere nello specifico quali sono i gruppi identificativi più comuni. Per le raccomandate semplici o indescritte abbiamo i codici 12, 13, 14, 15, 151, 152, 1513, 1514, 1515. Si tratta di raccomandate standard, inviate soprattutto da soggetti privati, come solleciti di pagamento o preavvisi di scadenza delle fatture.

Gli atti giudiziari e le multe sono, invece, contraddistinti dai codici 75, 76, 77, 78, 79, 781, 782, 786, 788, 789.

Gli avvisi di giacenza con codici 608 e 609 di solito fanno riferimento a comunicazioni provenienti dalle pubbliche amministrazioni o da enti pubblici (es. comunicazioni elettorali).
Se le prime tre cifre del codice identificativo sono le 612, 614 o 693, la raccomandata sarà proveniente da banche o istituti di credito.

I codici più “pericolosi”

Ma passiamo ora ai gruppi di codici più temuti per quanto riguarda l’avviso di raccomandata. Tra questi il 616 che può riguardare un avviso di mancato pagamento del bollo auto, oppure i codici 613 e 615 che individuano comunicazioni per multe o imposte non pagate, provenienti direttamente dall’Agenzia delle Entrate.

La lista continua con i cosiddetti codici rossi (670, 671 e 689), ovvero quelli che identificano le cartelle di Equitalia.

I codici 63, 65, 630 e 650, infine, riguardano le comunicazioni dell’Inps: possono contenere atti utili ai fini pensionistici, accertamenti, diffide o notifiche e informazioni sulle visite mediche necessarie per godere dei benefici previsti per invalidi o portatori di handicap.

Tag: , codice identificativo, raccomandata.

Loading...

Vi consigliamo anche