0 Condivisioni 567 Leggi tutti gli articoli

Bonus strumenti musicali e credito d’imposta

dgmag - 11 novembre 2018
dgmag
11 novembre 2018
567 Leggi tutti gli articoli
bonus strumenti musicali e credito d'imposta

Ecco come funziona il bonus strumenti musicali e credito d’imposta. Il bonus viene detto Stradivari e comporta un contributo del 65% del prezzo della vendita di uno strumento musicale per un massimo di 2500 euro.

Bonus strumenti musicali e credito d’imposta

Un’importante novità è stata introdotta e prolungata anche per il 2019 e riguarda il bonus sugli strumenti musicali e il credito d’imposta. Tale bonus va a favore di studenti che studiano in conservatorio o istituti di musica e che acquistano uno strumento nuovo. I rivenditori, d’altra parte, hanno diritto ad un credito d’imposta pari allo sconto praticato. Tal contributo spetta a tutti gli studenti iscritti a licei musicali, corsi preaccademici e diplomi di primo e secondo livello dei conservatori di musica.

Il contributo si può avere solo per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo e coerente con il corso di studi dello studenti. Non si può usufruire del buono per più di una volta anche se è acquistato un solo componente. Il bonus è erogato nei limiti delle risorse stanziate che per il 2018 è di 10 milioni di euro, cinque in meno rispetto all’anno precedente. Quindi coloro che si recheranno troppo tardi per acquistare lo strumento musicale non potranno usufruire del bonus.

Come accedere al bonus

Per poter accedere al contributo per il bonus strumenti musicali, lo studente deve richiedere al proprio istituto un certificato d’iscrizione. Al suo interno devono essere contenuti i requisiti per usufruire del bonus. Il certificato non è ripetibile, deve essere redatto in duplice copia, di cui una deve rimanere all’istituto e una consegnata al venditore. Gli studenti che hanno avuto accesso al bonus nel 2017 possono avere il bonus anche nel 2018.

Prima della conclusione della vendita il rivenditore deve comunicare all’Agenzia delle Entrate il proprio codice fiscale e quello dello studente. Ed inoltre che tipo di strumento musicale scelto, il prezzo comprensivo di Iva e l’ammontare del contributo. La comunicazione può essere effettuata presso un software dell’Agenzia delle Entrate.

Il credito d’imposta è maturato dopo due giorni dalla data di rilascio della ricevuta. In questo modo molti studenti avranno la possibilità di acquistare uno strumento nuovo per esprimere il proprio talento e continuare il percorso di studi in maniera più consona.

Loading...

Vi consigliamo anche