0 Shares 428 Views

Calabria: terremoto nella Sila di magnitudo 3.3, aggiornamento

Michela Chiuchiolo - 23 marzo 2018
23 marzo 2018
428 Views
terremoto calabria

La Protezione Civile sta effettuando tutti i controlli del caso in seguito alla scossa di terremoto di magnitudo 3.3 della scala Richter che ha colpito la zona calabrese della Sila. L’evento è stato registrato dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che hanno fissato l’ipocentro a 27 chilometri di profondità.

La popolazione ha avvertito la scossa. La scossa è stata avvertita nella provincia di Cosenza ed in particolare nei comuni vicini all’epicentro: Parenti, Rogliano, Mangone, Santo Stefano Di Rogliano, Cellara, Figline Vegliaturo, Marzi, Aprigliano, Piane Crati, Carpanzano, Colosimi, Belsito, Scigliano, Pietrafitta, Bianchi, Pedivigliano, Pedace, Paterno Calabro, Serra Pedace, Soveria Mannelli, Malito, Casole Bruzio, Spezzano Piccolo, Trenta e Dipignano.

Per ora non si registra nessun danno a persone o cose. Dai controlli effettuati dai Vigili del fuoco e dalla Protezione Civile non risultano, al momento, danni a persone o cose. Da segnalare il boato che aveva scosso la popolazione della Valle del Crati nel primo pomeriggio di ieri, causato però da un boom sonico.

Boom sonico: che cos’è? Può essere percepito a terra come un boato, oppure non essere percepito affatto, ma il  boom sonico si manifesta quando un aereo in volo determina una compressione dell’aria, simile alle onde generate da una nave in movimento, e poi aumenta la velocità fino a ‘rompere‘ letteralmente l’aria, creando l’effetto di un’onda sonora (per approfondire: www.ansa.it).

Lista terremoti INGV: cnt.rm.ingv.it

(Foto: centrometeoitaliano.it)

Loading...

Vi consigliamo anche