0 Condivisioni 463 Leggi tutti gli articoli

Concorso dirigenti scolastici, le assunzioni

dgmag - 9 dicembre 2018
dgmag
9 dicembre 2018
463 Leggi tutti gli articoli
novità concorso dirigenti scolastici

Il concorso dirigenti scolastici ora sarà più semplice con la semplificazione del percorso che permetterà di accedere tramite una velocizzazione dell’iter. Molte le novità previste.

Novità concorso dirigenti scolastici

L’articolo 24 del decreto semplificazione prevede che i candidati ammessi al concorso dirigenti scolastici del 2017 saranno dichiarati direttamente vincitori e assunti. Il tutto senza dover affrontare il corso selettivo come era previsto. I vincitori, invece, dovranno invece prendere parte ad un corso di formazione e una prova della durata di un anno. Non ci sarà alcuna formazione presso le Università italiane.

In questo modo nel 2019 ci saranno le assunzioni e ci saranno molti più vincitori di quanto previsto. La norma prevedeva infatti l’ammissione del 20% in più di personale al corso di ammissione; non tutti quindi al termine poteva poi essere effettivamente assunti. Con queste modifiche diventeranno tutti vincitori.

Questo vuol dire in sostanza che i nuovi Dirigenti Scolastici saranno reclutati attraverso un concorso per titoli ed esami. Novità importanti dopo l’approvazione lo scorso 15 ottobre del testo che, solo adesso, è stato reso pubblico. Le novità per l’orizzonte scolastico sono moltissime, questa è una delle principali. Un altro riguarda il concorso scuola 2019.

Stop al concorso

In sostanza al concorso selettivo di formazione si troverà ora la sostituzione di concorso per titoli ed esami. Tutti i candidati ammessi al corso del 2017 devono ritenersi vincitori ed assunti, nel limite ovviamente dei posti vacanti per anno. Un percorso dunque molto più semplice per quanti in futuro decideranno di intraprendere questo lavoro. Un’apertura che si attendeva da tempo anche a seguito dei numerosi ricorsi presentati ogni anno dai partecipanti che molto spesso vedevano il loro nome escluso senza motivi determinanti.

Il nuovo Governo aveva anticipato movimenti nel sistema scolastico volti all’integrazione maggiore nel sistema lavorativo; questo è solo un primo passo. Alcune ulteriori novità inerenti soprattutto la categoria dei professori saranno valorizzate a seguire con il 2019. Potrebbero portare molte nuove assunzioni e soprattutto uno svecchiamento del sistema scolastico. Infatti, da più parte è stato evidenziato come serve del personale qualificato, ma soprattutto più giovane rispetto alla media di quello attualmente a lavoro.

[Foto: www.unidformazione.com]

Loading...

Vi consigliamo anche