0 Shares 321 Views
00:00:00
22 Sep

CUPE 2018 editabile

La Redazione - 12 luglio 2018
La Redazione
12 luglio 2018
321 Views
CUPE 2018 editabile

Il 12 gennaio 2018 è avvenuta l’approvazione del nuovo CUPE 2018 editabile. Merito del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate (protocollo n. 9520). 

La novità principale del CUPE 2018 editabile

Il provvedimento del CUPE 2018 editabile ha comportato diverse modifiche al modello precedente. Infatti, il “vecchio” CUPE editabile (Certificazione degli Utili e Proventi Equiparati), era in vigore sin dal mese di gennaio del 2013. Le novità principali riguardano il conteggio che il soggetto interessato dalla compilazione del modello in questione deve effettuare in materia di utili e proventi. Conteggio che, come da prassi, terrà conto dell’esercizio successivo rispetto a quello in corso alla data 31 dicembre 2016. Pertanto, il periodo in esame è il 2017).

I dettagli del nuovo conteggio

Nello specifico, il conteggio degli utili e dei proventi maturati nel corso del 2017 tiene in considerazione la concorrenza di tali dati nella formazione del reddito complessivo del soggetto interessato. Il tutto in una percentuale pari al 58,14%. Va sottolineato, però, che utili e proventi si conteggiano in questa misura solo in alcuni casi. Prima di tutto nel caso in cui gli utili stessi derivino da partecipazioni in soggetti residenti in Italia. Anche in partecipazioni in soggetti residenti nei paesi della “white list” (Stati con regime fiscale privilegiato ma aperti a scambi di informazioni dietro accordi preventivati). Ed, inoltre, in partecipazioni in società residenti in paesi con regime fiscale privilegiato (si consulti il comma 4 dell’art. 167 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi).

Altri dettagli del CUPE 2018 editabile

Il CUPE 2018 editabile interessa soggetti diversi. In particolare, la compilazione del documento riguarda:

  • le casse che si occupano del pagamento degli utili e dei proventi equiparati
  • le società e gli enti emittenti (si consulti il comma 1 dell’articolo 7 del TUIR)
  • le società fiduciarie (solo i proprietari effettivi di titoli e azioni con utili e proventi equiparati)
  • gli agenti di cambio
  • le imprese di investimento
  • gli intermediari relativi al deposito accentrato (gestito da Monte Titoli S.p.A.)
  • i rappresentanti fiscali sul suolo italiano di intermediari (non residenti in Italia) e aderenti al deposito di Monte Titoli S.p.A.
  • gli associanti riferiti ai proventi dell’associato
  • qualsiasi altro sostituto d’imposta legato alla riscossione di utili e proventi equiparati.

Dal punto di vista delle scadenze, la compilazione del CUPE 2018 editabile doveva essere stato effettuata entro e non oltre il 31 marzo 2018. Naturalmente, seguendo le indicazioni riportate nelle istruzioni apposite del modello.

[Foto: www.euroscaf.it]

Loading...

Vi consigliamo anche