0 Shares 198 Views

Decreto Dignità: pubblicato il testo sulla Gazzetta Ufficiale

LaRedazione - 20 agosto 2018
LaRedazione
20 agosto 2018
198 Views
Decreto Dignità

Dopo la conversione in legge, arriva in Gazzetta Ufficiale il testo del tanto criticato “Decreto Dignità” che oltre alla disposizioni in materia di dignità dei lavoratori e delle imprese, si è preoccupato di stabilire norme rivolte al gioco d’azzardo.

La pubblicità in materia di giochi non potrà essere così libera come lo è stato fino ad ora. E la cosa non tanto fa piacere a molti titolari non solo di casino reali quanto quelli appartenenti ad una lunga lista casino online.

L’entrata in vigore del provvedimento è stata lo scorso 12 agosto 2018. Per coloro che operano nel settore giochi, tuttavia, la validità parte dal 10 luglio 2018, dal momento che in materia, non è stata apportata alcuna modifica.

Decreto Dignità: il contenuto della norma sul gioco d’azzardo

All’articolo 9, inerente alle misure sul gioco, ci si batte sulla conformità ai divieti già indicati all’art. 1, commi da 937 a 940′; in cui si leggono le seguenti parole: ‘a giochi o scommesse con vincite di denaro’ seguite poi da frasi come ‘nonchè al gioco d’azzardo’.

Nelle leggi e in tante altre norme, nonché negli atti e nelle comunicazioni già effettuate su ogni tipo di mezzo, i disturbi provenienti dal gioco o dalle scommesse con vincite di denaro vengono detti “disturbi da gioco d’azzardo (Dga)”.

All’articolo 7, della legge 8 novembre 2012, n. 189, è stata apportata una modifica, aggiungendo, il seguente periodo: “Per le lotterie istantanee indette dal 1° gennaio 2019 o ristampate da tale data, i premi eguali o inferiori al costo della giocata non sono compresi nelle indicazioni sulla probabilità di vincita”;

A sei mesi dalla data di entrata in vigore del decreto convertito in legge, il Governo darà adito ad una riforma complessiva strettamente correlata ai giochi pubblici in maniera tale da garantire l’abolizione dei pericoli legati al disturbo da gioco d’azzardo e combattere il gioco illegale e le frodi a discapito dell’erario. Tutto ciò per poter garantite una buona entrata fissa delle corrispondenti entrate, incluse le più alte entrate legate al comma 6.

Decreto Dignità: combattere la ludopatia

Grazie al decreto del Ministro della Salute, in vigore entro sessanta giorni dalla conversione in legge del Decreto Dignità, stando anche al parere dell’Osservatorio per combattere la diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave, saranno redatti i contenuti del testo e le peculiarità grafiche delle avvertenze di cui al comma 1. Ogni tagliando e ticket pubblicitario dovrà in qualunque caso avere, su ambedue i lati e con dimensioni adatte la dicitura: “Questo gioco nuoce alla salute”.

I biglietti delle lotterie istantanee che già sono in circolo fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto possono potranno pur sempre venduti in un lasso di tempo massimo di dodici mesi.

Circa le diciture di avvertimento sul pericolo di dipendenza dai giochi con vincite in denaro, si dovranno incollare pure sugli apparecchi da intrattenimento e in tutte le aree e i locali i cui sono presenti macchinette.

Dal suo canto il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in concomitanza con il Ministero della Salute, compirà pratiche volte al controllo circa l’offerta dei giochi, pure tramite l’istituzione di una banca di dati che monitori la nome di gioco e sulla sua distribuzione nel territorio nazionale.

Loading...

Vi consigliamo anche