0 Condivisioni 342 Leggi tutti gli articoli

Dichiarazione redditi: modalità di presentazione

Alessandro Crupi - 19 gennaio 2019
Alessandro Crupi
19 gennaio 2019
342 Leggi tutti gli articoli
dichiarazione redditi

Mancano ancora diversi mesi ma non è mai troppo presto per conoscere termini e modalità di presentazione della Dichiarazione dei redditi per arrivare preparati all’importante appuntamento con il fisco.

Le nuove modalità della Dichiarazione dei redditi 2019

A seconda dei casi che variano da soggetto a soggetto, la Dichiarazione dei redditi dev’essere presentata usufruendo di appositi modelli che in sostanza sono il modello 730 ordinario, precompilato, il modello Redditi, SC, SP e ENC, ex Unico, il modello redditi Persone Fisiche e quello precompilato sempre relativo alle Persone Fisiche.

Le novità della Dichiarazione dei redditi in chiave 2019 sono un nuovo modello redditi precompilato per professionisti, autonomi, artigiani e commercianti e per le partite Iva in contabilità semplificata che scelgono l’invio telematico di fatture e corrispettivi all’Agenzia delle Entrate.

Inoltre è stata abolita la norma che prevede verifiche verso i contribuenti che inseriscono nel 730 detrazioni per carichi familiari o eccedenze relative a dichiarazioni precedenti. Abolita, dunque, la soglia dei rimborsi oltre 4000 euro per far scattare i controlli. Altre nuove disposizioni sulle spese sanitarie.

Da quest’anno, infatti, per la dichiarazione precompilata occorre trasmettere i dati delle prestazioni erogate nel 2018 all’Agenzia delle Entrate entro una precisa scadenza, pena sanzioni che vanno da un minimo di 100 ad un massimo di 50mila euro.

Le scadenze per presentare la documentazione

Le altre novità riguardano, infine, le scadenze temporali di presentazione della Dichiarazione dei redditi, sulla base di quanto approvato nella Legge di Bilancio. Per il 730 ordinario il termine ultimo è il 7 luglio e l’8 per chi presenta il modello al sostituto d’imposta.

Entro il 23 per chi lo affida al Caf o altro intermediario. Per il 730 precompilato, invece, scadenza del 23 luglio. Il modello Redditi ex Unico va invece presentato entro il 31 ottobre 2019 se viene trasmesso telematicamente all’Agenzia delle Entrate.

La scadenza passa dal 2 maggio al 30 giugno se viene inviato in formato cartaceo attraverso un ufficio postale. Il 730 può essere utilizzato dai contribuenti che nel 2018 hanno percepito redditi da
– pensione o da lavoro dipendente;
– lavoratori in mobilità e in cassa integrazione;
– soci di ccoperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
– sacerdoti della chiesa cattolica;
– consiglieri regionali, provinciali, comunali;
– lavori socialmente utili;
– produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta, Irap e Iva.
Per la presentazione della dichiarazione, l’Agenzia delle Entrate ha anche pubblicato online i nuovi software applicativi, scaricabili gratuitamente.

(Foto: www.guidafisco.it)

Loading...

Vi consigliamo anche