0 Shares 209 Views

E’ morta Rita Borsellino, sorella di Paolo

LaRedazione - 16 agosto 2018
LaRedazione
16 agosto 2018
209 Views
Rita Borsellino

Rita Borsellino, sorella di Paolo, è morta a Palermo. La donna, nata a Palermo 73 anni fa, era malata da tempo e si trovava in terapia intensiva.

E’ morta Rita Borsellino

Rita Borsellino, era la minore dei quattro fratelli tra cui il magistrato ucciso dalla mafia nel ’92. Farmacista e madre di tre figli, aveva speso la sua vita contro la mafia e per l’impegno civile.

Europarlamentare eletta nelle liste del Pd dal 2009 al 2014, Rita è morta nel pomeriggio nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Civico di Palermo. La sua morte arriva a pochi mesi dalla scomparsa del marito, Renato Fiore, venuto a mancare lo scorso mese di  Febbraio.

Le sue battaglie

Molte le battaglie condotte dalla donna, soprattutto quella per conoscere la verità sulla morte del fratello

“La memoria è vita che si coltiva ogni giorno”. Rita Borsellino  aveva pronunciato quella frase nella sua ultima uscita pubblica, il 18 luglio. Ormai costretta su una sedia a rotelle, non era voluta mancare alla vigilia dell’anniversario dell’uccisione di Paolo e della sua scorta. Lo scorso 19 luglio, nel ventiseiesimo anniversario della strage di via D’Amelio, spiegò che il modo migliore per portare avanti gli ideali di giustizia del fratello era l’impegno quotidiano di ognuno per ottenere la verità.

La carriera politica

Dopo dieci anni come vicepresidente di Libera, l’associazione antimafia fondata da don Luigi Ciotti, nel 2006 aveva deciso di “scendere in campo” candidandosi con il centrosinistra. Dopo aver vinto le Primarie (sconfitto Ferdinando Latteri), Rita Borsellina si era candidata alla presidenza della Regione siciliana sfidando il governatore uscente Salvatore Cuffaro. Lei risultò sconfitta ma, nonostante tutto, ottenne oltre il 41% dei consensi. Quasi un milione e centomila voti per lei, soltanto 300 mila in meno del vincitore. 

Il suo riscatto arrivò alle Euopee del 2009 con un boom da 229mila voti. Per lei un bottino di voti secondo solo a quello di Berlusconi nella circoscrizione, che le permisero di essere eletta come europarlamentare. Tre anni dopo si è candidata alle primarie per sindaco di Palermo, ma venne sconfitta d’un soffio da Fabrizio Ferrandelli. Furono delle elezioni comunali “molto tribolate” che segnarono la fine dell’esperienza politica di Rita Borsellino.

[Foto: www.adnkronos.com]

Loading...

Vi consigliamo anche