0 Shares 251 Views

E’ stato eseguito il secondo trapianto di pelle allo stesso uomo

La Redazione - 11 febbraio 2018
La Redazione
11 febbraio 2018
251 Views
Sala operatoria

11A distanza di 7 anni dal primo trapianto, un uomo ha subito un secondo intervento nell’Hospital Europeen Georgeus pompidou, a Parigi. L’equipe, guidata dal professore Laurent Lantieri, è dovuta intervenire, a distanza di anni, dopo che al primo intervento era seguita una crisi di rigetto abbastanza grave. Anche in questo secondo episodio ci potrebbero essere una seconda crisi, anche se ad un primo momento pare che l’intervento sia riuscito. Tuttavia bisogna procedere con cautela soprattutto in questa prima fase dell’intervento. Il trapianto facciale è avvenuto circa 3 settimane fa e pare che nell’equipe vi sia anche un dottore italiano, il chirurgo Francesco Wurz, di 34 anni.

Si tratta del primo caso di intervento facciale su un uomo che ne aveva già suvito uno in precedenza. Il paziente, Jerome, era già stato operato dal dottor Lantieri nel 2010. Il trapianto, avvenuto con il volto di una persona più anziana, era durato 7 anni. I primi segni del rigetto si sono avuti dopo tanti anni e l’anno scorso si sono presentate delle zone di necrosi sul volto e per evitare che il paziente venga esposto ad inutili rischi, era stato asportato il 30 novembre scorso.

Fino al 15 gennaio Jerome è rimasto praticamente senza volto, in sala di rianimazione e controllato a vista dai dottori, in maniera tale che non potesse contrarre infezioni di alcun tipo. Il suo volto era stato asportato da un’equipe, mentre un’altra ha provveduto al suo trapianto. Un grande successo per l’ospedale Pompidou e il paziente si è già potuto vedere con il suo volto nuovo. Ora bisognerà attendere soltanto che passino i giorni e guariscano le ferite, per permettere a Jerome di specchiarsi e vedere finalmente il suo nuovo volto, senza cicatrici e punti di sutura. Un risultato importante per la scienza poiché apre le strade a molte persone che hanno avuto lo stesso problema di Jerome e hanno il volto deturpato. Si è trattato di un intervento molto delicato che ha coinvolto molti medici, provenienti anche da tutto il mondo. Il caso di Jerome era già stato studiato e veniva costantemente tenuto sotto controllo. Ora continueranno i controlli sul nuovo volto, sperando che non vi siano crisi di rigetto anche tra qualche anno.

[Foto: www.ansa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche