0 Condivisioni 315 Leggi tutti gli articoli

Riscatto laurea con tasso agevolato: cosa spetta?

Martina Manoni - 28 marzo 2019
28 marzo 2019
315 Leggi tutti gli articoli
Riscatto laurea con tasso agevolato: cosa spetta?

Cosa prevede il riscatto laurea con tasso agevolato? Il decreto che ha introdotto la facoltà di riscattare la laurea a tasso agevolato è simile a quello analogo introdotto nel 2007 ma contiene delle specifiche interessanti che potrebbero riguardare un bacino di utenza maggiore. A chi è destinato il riscatto laurea agevolato? Questo è studiato per tutti i lavoratori che hanno meno di 45 anni, che hanno in questo modo la possibilità di riscattare i periodi in cui hanno studiato a partire dal 1996.

Riscatto laurea con tasso agevolato: come si calcola

Come si calcola il riscatto laurea a tasso agevolato? Il costo per ogni anno di riscatto è intorno ai 5.240 euro e può essere comunque dilazionato in dieci anni e dedotto dalle tasse. Nello specifico il decreto sostiene che l’agevolazione è consentita fino al compimento del quarantacinquesimo anno di età e serve solo ai fini contributivi. Chi abbia già superato tale età può comunque detrarre il 50% della spesa se non ha contributi versati prima del 1996.

Si è già parlato della possibilità di estenderlo anche a coloro che anno 50 anni, questa novità è stata dichiarata da alcuni esponenti della Lega, ma tuttavia è ancora in fase di lavorazione. L’estensione, se approvata, potrebbe essere estremamente importante per i cittadini. A cosa serve il riscatto della laurea? Questa possibilità è molto utile per raggiungere prima l’età contributiva pensionabile. In pratica si vanno ad integrare i contributi e quindi è possibile lasciare prima il lavoro e godersi la pensione.

Riscatto laurea con tasso agevolato: il limite di età

Il riscatto laurea con tasso agevolato prevede dei limiti. Il problema del limite di età posto ai 45 anni però chiude le porte a molti cittadini che avrebbero altrimenti potuto sfruttare la pensione quota cento. Gli anni antecedenti al 1996 infatti non possono essere utilizzati, non valgono inoltre gli anni da fuori corso e bisogna fare un conteggio che parte da novembre del primo anno di immatricolazione e segue solo il periodo della durata ufficiale quindi 3 anni/5 anni/2 anni.

Per tutti gli altri non sarà possibile invece farne richiesta. Chiaramente chi non può accedere al riscatto di laurea con tasso agevolato può comunque vagliare le altre opzioni possibili messe a disposizione. E’ chiaro che non si tratta delle medesime agevolazioni ed è bene chiarire se convenga o meno aderire.

[Foto: www.guidafisco.it]

Loading...

Vi consigliamo anche